Cerca

Costa concordia

Domnica Cemortan richiede un risarcimento di 200 mila euro

Domnica Cemortan richiede un risarcimento  di 200 mila euro

Domnica Cemortan, la moldava che era con Francesco Schettino al momento dell'impatto della Costa Concordia vuole un risarcimento di 200 mila euro. Lo ha detto al processo di Grosseto il legale che assiste la Cemortan, in quanto avrebbe subito un doppio danno; come passeggera della Concordia e per l'aggressione mediatica di cui, dice, di essere stata vittima. "Ho rischiato di rimanere schiacciata dalla nave", ha raccontato Domnica in aula, "ma ho partecipato ai soccorsi dei passeggeri mettendo a rischio la mia incolumità". E  ancora: " Lo stress post traumatico mi ha causato conseguenze irreversibili di natura psichica". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filder

    21 Febbraio 2015 - 18:06

    Secondo il mio modesto parere e magari se ci saremmo trovati in una nazione dove la legge viene osservata e scritta con la L maiuscola, la signora/ina Cermontan in questione dovrebbe condividere la pena in uguale misura con Schettino in quanto lei è stata una delle cause di distrazione ad aver distratto il cap. dal suo lavoro e chissà c he nel momento dell'impatto non stavano limonando?

    Report

    Rispondi

  • filder

    21 Febbraio 2015 - 17:05

    Sarebbe opportuno che Libero quando dà una notizia , di darla possibilmente precisa la Cermontan non è di nazionalità Romena ma bensì della Repubblica Moldava.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    21 Febbraio 2015 - 17:05

    Domnica Cemortan pensa di poter ricattare come altre ricattano l'ex cav.

    Report

    Rispondi

  • gianluca.lo.cicero

    30 Gennaio 2015 - 10:10

    Schettino ci rimarrà male... era convinto che gliela dava gratis!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog