Cerca

Allarme Santa Sede

Vaticano, scatta l'allarme droga

Vaticano, scatta l'allarme droga

La piaga del traffico di droga non ha risparmiato nemmeno il Vaticano. «Tentativi isolati» all’ombra del Cupolone che sono stati "neutralizzati sul nascere". Lo ha denunciato l’avvocato Gian Piero Milano, il pg del Vaticano, aprendo l’Anno giudiziario presso il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano. Il pg vaticano ha spiegato che la fruttuosa collaborazione tra le
forze di polizia del Vaticano con i corpi di polizia di altri Stati ha aiutato "nella repressione di gravi reati, come quello del traffico internazionale delle sostanze stupefacenti che, purtroppo, non ha lasciato indenne il nostro piccolo Stato, teatro di isolati tentativi - neutralizzati sul nascere - posti in essere, con modalità insolite, da trafficanti senza scrupoli".

Droga - Nel dettaglio, il pg Milano ha ricordato l’ apprezzato impegno della Gendarmeria nel 2014 relativo al monitoraggio del traffico di droga da Stati esteri verso lo Stato vaticano, in particolare tre spedizioni. In un caso specifico è stata effettuata una consegna  controllata della sostanza stupefacente, che transitava attraverso uno stato comunitario. L’improvvida divulgazione della notizia da parte di un quotidiano straniero ha reso vana l’operazione congiunta tra forze di polizia di diverse nazionalità, non essendosi presentato alcuno per il ritiro del plico contenente la sostanza stupefacente". Il riferimento è a quei 14 profilattici pieni di cocaina liquida intercettati lo scorso marzo a Lipsia provenienti dal Sudamerica e destinati alla Santa Sede. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Garrotato

    02 Febbraio 2015 - 14:02

    Toh, non bastava la droga per far notizia: la ciliegina sulla torta è appunto il mezzo usato per introdurla, guarda te, uno stock di profilattici. Due piccioni con una fava, o un modus operandi comune da quelle parti?

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    01 Febbraio 2015 - 22:10

    che cerano parecchi omosessuali e mafiosi in vaticano si sapeva adesso scopriamo che hanno trovato riviste pedo pornografiche e 4 kili di cocaina bello a sapere povero francesco

    Report

    Rispondi

  • RUGIA

    01 Febbraio 2015 - 20:08

    a Como invece due giorni fa un sacerdote di 72 anni di nazionalità bosniaca è stato fermato al valico italo svizzero di Como Brogeda perché trovato in possesso di 51.000 franchi svizzeriin contanti e e 2.700 euro in contanti.Il religioso ha cercato di entrare nel territorio italiano assicurando ai finanzieri di trasportare meno di 10 mil franchi ......

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    01 Febbraio 2015 - 19:07

    a 4 kili di cocaina e pedo pornografia trovat in vaticano che dire forse la troppo noia a fare niente

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti