Cerca

Le motivazioni

Il Tribunale del Riesame: "Veronica Panarello, assassina lucidissima"

Il Tribunale del Riesame: "Veronica Panarello, assassina lucidissima"

"Veronica Panarello ha agito da lucidissima assassina", queste in sintesi la motivazione del Tribunale del Riesame che ha confermato l'arresto della mamma del piccolo Loris Stival. Veronica Panarello, ha "una capacità elaborativa di una pronta strategia manipolatoria" e una "insospettabile tenuta psicologica" che supportano "il giudizio di elevatissima capacità criminale", si legge ancora nelle motivazioni. Il giudice scrive inoltre che la donna ha "organizzato l'apparente rapimento del figlio Loris". 

La determinazione - Veronica Panarello - si legge ancora ha tenuto una "sconcertante glacialità nell'ordire la simulazione di un rapimento a scopo sessuale", una "impressionante determinazione nel liberarsi del cadavere del figlio, scaraventandolo nel canalone" per "lucidamente occultare le prove del crimine". "Una trama indiziaria fittissima che trova il suo addentellato principale nei comportamenti anche processuali della Panarello». Così scrive il Tribunale del Riesame di Catania nelle oltre 100 pagine delle motivazioni dell’ordinanza che ha confermato la custodia cautelare in carcere per Veronica Panarello, accusata dell’omicidio del figlio Loris a Santa Croce Camerina (Ragusa). "L’enunciato di accusa non è sgretolato, come sostiene la difesa, da immagini sgranate ma confermato - secondo il Riesame - da un comportamento dell’indagata che, in questa fase incidentale, supporta ragionevolmente la consistenza dell’ipotesi accusatoria. Si delinea in tutta la sua dolorosa nitidezza, plausibilità, verosimiglianza la probabilità alta della fondatezza dell’accusa. Le ragioni del delitto - si osserva nelle motivazioni- verosimilmente propiziato da una circostanza occasionale, la discussione con Loris che quella mattina, sconvolgendo i piani di Veronica Panarello, vuole rimanere con la mamma, incuriosito dal suo look esteticamente curato". Forse troppo curato per partecipare al corso di cucina a Donnafugata, uno degli alibi inizialmente addotti dall'unica accusata per l'omicidio del piccolo Loris. Un contrattempo che ha provocato "la rabbia incontenibile" della donna per il "fallimento del piano mattutino che evidentemente quel giorno non prevedeva l'ingombrante presenza del suo primogenito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pugile

    03 Febbraio 2015 - 20:08

    Ma finitela con questo innocentismo di basso livello e pensate a quell'anima di Dio del bambino prima di prendere le parti della Panarello. Chi credete che sia stato a uccidere Loris? Se sta ancira dentro dopo il vaglio di vari organi giudiziari ci sarà un motivo. Si leggano gli atti dei processi e poi, se si capiscono, si parli.

    Report

    Rispondi

    • loredana14

      27 Aprile 2015 - 14:02

      di basso livello è l'atteggiamento forcaiolo, semmai

      Report

      Rispondi

  • numetutelare

    03 Febbraio 2015 - 15:03

    Non si vuole fare della persecuzione ma oggettivamente chi e perché avrebbe ucciso questo bimbo? Purtroppo la tesi dell'accusa dell'appuntamento particolare regge piuttosto bene !

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    03 Febbraio 2015 - 08:08

    La cosa brutta è che in Italia siamo così allo sbando che in questi casi di omicidio la Magistratura e gli inquirenti non riescono mai ad arrivare a conclusioni provate. Comunque, che tristezza per tutti questi omicidi in famiglia.

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    02 Febbraio 2015 - 22:10

    In sostanza l'accusa sostiene la rabbia incontenibile della donna verso il figlio intrigante ed impiccione che poi avrebbe riferito al padre, come forse aveva già fatto...Una rabbia , quella per la "punta" saltata con un tipo forse già visto, che provoca una furiosa reazione assassina su di un bimbo, un figlio geloso di mamma...Mostruoso ma potrebbe essere e sennò chi ha ucciso Loris e perchè?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog