Cerca

L'inchiesta

Milano, prostitute vendute con il marciapiede: arrestati 19 sfruttatori

Milano, prostitute vendute con il marciapiede: arrestati 19 sfruttatori

Dalle prime ore della mattinata di giovedì 5 febbraio, a Milano, è in corso una grande operazione che ha portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale, Stefania Pepe. Sono state arrestate 19 persone accusate di sfruttamento e prostituzione, tutti uomini di nazionalità romena.  L'indagine è partita già nell'agosto del 2011 ed è stata avviata a seguito di alcune lettere anonime nelle quali venivano denunciate e riportate puntualmente le continue violenze e la condizione di schiavitù a cui erano sottoposte giovani ragazze romene avviate alla prostituzione. Queste ultime venivano comprate e poi rivendute ed erano vittime di vere e proprie vessazioni mentali e fisiche. I criminali chiedevano una parte dei guadagni delle ragazze e anche un pagamento fisso per 'l'occupazione' della strada. Era una sorta di 'diritto di superficie' che veniva fatto pagare alle ragazze delle altre organizzazioni che volevano prostituirsi in alcune vie di Milano, come via Ripamonti o viale Ortles, che erano "cosa loro". Un 'diritto' che veniva venduto insieme alla prostituta in caso di passaggio a un'altra banda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog