Cerca

La perturbazione

E' arrivato "Big snow": neve, gelo e vento sferzano l'Italia

E' arrivato "Big snow": neve, gelo e vento sferzano l'Italia

Il giorno di "Big Snow" è arrivato. Neve, temporali, Bora a 120 chilometri orari, mareggiate e fiumi esondati: l’Italia tutta, da Nord a Sud, è sferzata dall'attesa perturbazione e rimarrà nella morsa del maltempo fino a tutto il week end con gravi disagi per chi è costretto ad uscire di casa. 

Guarda le foto nella Gallery

Neve - Quasi tutte le regioni del nord sono interessate dalle nevicate anche a bassa quota. Nevica a Torino e Milano dove il comune ha invitato i clochard a dormire nelle strutture di accoglienza: ci sono ancora 350 posti liberi. In previsione della neve che dovrebbe continuare a cadere su Milano fino alle 18 di oggi e del possibile abbassamento delle temperature, il Comune ha allertato anche Amsa e 120 camion spargisale si stanno posizionando sulle strade a scopo precauzionale, in particolare in periferia, pronti a entrare in azione qualora dovesse esserci accumulo di neve a terra. Maggiore attenzione nell’area Sud della città dove le precipitazioni potrebbero essere più intense. Al momento non sono segnalate particolari criticità nella  viabilità. Il sito meteo.it mette in guardia chi si mette al volante e viaggia su su strade e autostrade perché sono previsti altri ingenti accumuli di neve fino in pianura anche nell'ordine di 30/40 cm specie tra Centrosud Piemonte ed Emilia, spesso anche aree interne liguri. Massima allerta su queste aree.

Guarda Milano sotto la neve nella Gallery

Scuole chiuse - Si sta infittendo la nevicata anche su Torino. La neve caduta prima mista a pioggia è ora più consistente e comincia a fermarsi anche in città, mentre in
collina sono già caduti una ventina di centimetri. I disagi maggiori si registrano nel cuneese dove la nevicata è abbondante. Per domani e sabato il sindaco di Cuneo ha disposto la chiusura delle scuole. Stessa decisione è stata presa dal primo cittadino di di Cogorno, Enrica Sommariva. A causa della nevicata di questa mattina nell’entroterra del levante genovese il sindaco ha firmato un’ordinanza di chiusura delle scuole dell’infanzia e primaria, dalle 14 di oggi alle 18 di domani. Decisa la chiusura anche dell’ impianto sportivo comunale.

Autostrade - Si registrano nevicate intense sui rilievi appenninici (quota neve 600 metri) della Toscana. Il personale e i mezzi della Città metropolitana di Firenze stanno operando per
garantire la percorribilità della viabilità di competenza. In A1-Autostrada del Sole è in atto il divieto temporaneo di transito per i veicoli pesanti con massa superiore a 7,5 tonnellate, tra Firenze nord e Pian del Voglio, con sosta obbligata a partire dal casello di Firenze nord. In conformità a questo provvedimento è in atto l’interdizione vigilata agli accessi autostradali della provincia di Firenze ed un presidio di prefiltraggio e blocco dei mezzi pesanti sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno in corrispondenza dello svincolo di Empoli ovest. Si consiglia di mettersi in viaggio e percorrere la viabilità interessata dalle nevicate solo se assolutamente indispensabile e muniti dei dispositivi invernali (catene da neve o pneumatici invernali).

Treni - Nel Lazio la circolazione ferroviaria è stata sospesa fra Capranica e Bracciano, sulla linea Fl3 Roma-Viterbo, per una frana sui binari nei pressi di Manziana, provocata dal maltempo, che ha causato lo svio del locomotore di un treno, vuoto non in servizio, diretto a Roma. Nessun ferito fra il personale di bordo. La mobilità sarà garantita per tutta la giornata, con treni navetta fra Viterbo e Capranica e con bus sostitutivi fra Capranica e Bracciano. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono già sul posto per rimuovere il treno, riparare i danni e ripristinare la circolazione ferroviaria. Trenitalia ha fatto scattare il “Piano neve e gelo” anche sulle linee Genova-Acqui Terme, Savona-Torino e Savona-Alessandria che comporta 35 cancellazioni: 12 i treni cancellati sulla Genova-Acqui Terme e 23 sulla Savona-Torino e Savona-Alessandria.

Acqua alta - Nella notte è esondato a causa delle forti piogge il torrente Vaccina a Ladispoli, vicino Roma. I pompieri hanno soccorso alcuni automobilisti rimasti bloccati a causa dell’allagamento delle strade. A Venezia l'acqua alta potrebbe toccare i 130 cm. La città è stata allertata con il suono delle sirene e l’invio di messaggi.

Guarda l'acqua alta a Venezia nella Gallery

Vento - Sono previste anche forti raffiche di vento, a oltre 100 Km/h, di Bora sull’alto Adriatico, di Tramontana in Liguria, di Maestrale in Sardegna, di Scirocco su basso Adriatico e Ionio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog