Cerca

Cécilie Kyenge triste per il Pd che salva Roberto Calderoli

Cécilie Kyenge triste per il Pd che salva Roberto Calderoli

L'ex ministro Cécile Kyenge non si dà pace dopo che la giunta per le immunità al Senato ha deciso che Roberto Calderoli non la ha insultata. "Quando vedo la Kyenge - disse il leghista vicepresidente del Senato - non posso non pensare a un orango". La giunta ha deciso che quella frase rientra nell'insindacabilità parlamentare, Calderoli poteva dirlo e lo hanno confermato con il voto a favore i parlamentari di Lega, naturalmente, Autonomie, Ncd, Forza Italia e addirittura del Pd, proprio il partito dell'ex ministro.. "Quando vedo la Kyenge - disse il leghista vicepresidente del Senato - non posso non pensare a un orango". La giunta ha deciso che quella frase rientra nell'insindacabilità parlamentare, Calderoli poteva dirlo e lo hanno confermato con il voto a favore i parlamentari di Lega, naturalmente, Autonomie, Ncd, Forza Italia e addirittura del Pd, proprio il partito dell'ex ministro.

Dem a corrente alternata - Ed è proprio con i suoi compagni di partito che se la prende la Kyenge in un'intervista su Repubblica: "Se l'abbiano fatto con calcoli elettorali - ha detto - la troverei una cosa ancora più grave". Insomma per l'ex ministro i piddini si può anche scaricare una delle grandi battaglie di civiltà pur di raccimolare qualche voto in più in aula e dire candidamente che pure loro potrebbero pensare a un orango davanti a una foto del primo ministro nero d'Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • esule

    27 Maggio 2015 - 16:04

    Certo pero' anche Calderoli non e' esattamente un adone...

    Report

    Rispondi

  • filder

    07 Febbraio 2015 - 09:09

    Gioie e dolori: La Kyenge dovrebbe prendere atto di navigare in un partito di opportunisti che prima ti santificano (il suo caso è stata innalzata agli altari dei ministri) e poi ti ripudiano, tutto questo mi fa ritornare in mente il titolo di quel film, sedotta ed abbandonata , ma a prescindere quella di Calderoli è stata una attribuzione un po' colorita e niente di più. Kyenge datti una calmata

    Report

    Rispondi

  • enniga

    07 Febbraio 2015 - 08:08

    tutti a parlare dell'aspetto fisico. ma avete dimenticato le pretese della Kienge?

    Report

    Rispondi

  • Glisoni

    07 Febbraio 2015 - 00:12

    Non era proprio Naomi Campbell

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog