Cerca

La truffa

Gdf scopre 36 piloti in cassa integrazione che lavoravano all'estero

Gdf scopre 36 piloti in cassa integrazione che lavoravano all'estero

In Italia erano in cassa integrazione o in mobilità, percependo dall’Inps indennità oscillanti fra i 3.000 e gli 11.000 euro al mese per 7 anni ma, evidentemente non ancora soddisfatti, arrotondavano lavorando all’estero alle dipendenze di  compagnie straniere. Per questo la Guardia di Finanza di Roma ha denunciato 36 piloti italiani di aeromobili di linea, responsabili di
aver truffato lo Stato per un totale di 7,5 milioni di euro. Per continuare a fruire degli ammortizzatori sociali - si legge in una nota della Gdf - avevano dimenticato, a partire dal 2009, di
comunicare la propria occupazione all’Ente Previdenziale e, in altri  casi, presentato false dichiarazioni attestanti l’assenza di altri rapporti di lavoro. Alcuni di loro arrivavano a guadagnare fino a 25mila euro al mese. 
Innescate seguendo la scia di un pilota in cassa integrazione che lavorava presso una scuola di volo della Capitale, le indagini dei Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, si sono poi estese a macchia d’olio coinvolgendo altri piloti, individuati grazie all’incrocio dei dati forniti dall’Inps con le informazioni rese disponibili dalle compagnie straniere facenti scalo in Italia. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    09 Marzo 2015 - 08:08

    Rivedere la cassa integrazione,non deve superare 5.000 € al mese,potrano sopravvivere?

    Report

    Rispondi

  • locatelli

    26 Febbraio 2015 - 02:02

    7 milioni e mezzo in truffe di piu che quello che incassa lo stato sulla tassa della prima casa circa 4milioni e 700mila euro bravi

    Report

    Rispondi

  • allianz

    10 Febbraio 2015 - 09:09

    Segue_> quindi oltre che restituire i soldi rubati ne dovranno ancora dare di tasca propria.e.Una volta depredati dal fisco,arriverà Equitalia a portare via loro il resto.In sostanza hanno fatto i guadagni del Menga.

    Report

    Rispondi

    • locatelli

      26 Febbraio 2015 - 02:02

      magari se andasse cosi bene

      Report

      Rispondi

  • allianz

    10 Febbraio 2015 - 09:09

    A fare i furbi in italia c'è da perdere parecchio,a meno che non siano politici.Questi andranno incontro a parecchi reati.Evasione fiscale/truffa ai danni dello stato.Poi:restituzione della C.I.G.con interessi,fissati secondo il tasso bancario elevato di 5 punti,pagamento spese processuali,pagamento sanzione amministrativa.Segue_>

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog