Cerca

Bunga bunga

Ruby bis, pubblicate le motivazioni della condanna a Fede, Mora e Minetti: "Contesto prostitutivo, ragazze volgari"

Ruby bis, pubblicate le motivazioni della condanna a Fede, Mora e Minetti: "Contesto prostitutivo, ragazze volgari"

Le ragazze ospitate ad Arcore erano premiate con "una ricompensa commisurata" alle loro prestazioni di natura sessuale. Chi premiava era Silvio Berlusconi secondo quanto scritto dai giudici della Terza corte d'appello di Milano all'interno delle motivazioni della sentenza di novembre scorso contro Emilio Fede (4 anni e 10 mesi di reclusione), Lele Mora (6 anni e un mese) e Nicole Minetti (3 anni), condannati in appello nel processo "Ruby bis". La Corte d'Appello aveva parzialmente assolto Emilio Fede dall'accusa di prostituzione minorile. Era stato l'ex direttore del Tg4 a portare la 17enne Ruby ad Arcore però, scrivono i giudici: "Fede non sapeva, o meglio non si ricordava della vera età di Ruby. (...) Sembra possibile che Fede, prima del 14 febbraio 2010, avesse cancellato dalla memoria la storia della ragazza. E non è probabile che, in quell’occasione, nel momento in cui stava cercando aiuto per trovare lavoro, Ruby abbia ricordato la sua età". Rimane in piedi l'ipotesi che potrebbe avere un peso nel processo Ruby bis, nel quale Berlusconi è accusato di corruzione di testimoni. Secondo i giudici: "Inequivoco e incontestato è il fatto che la El Mahroug ricevesse soldi da Berlusconi prima in corrispettivo delle prestazioni ottenute, poi per comperare il suo silenzio”.

Sistema prostitutivo - I rapporti tra le giovani donne e Berlusconi, secondo il collegio presieduto da Arturo Soprano, si svolgevano in un "contesto retributivo", di fatto: "Quello imperniato sulle serate ad Arcore e sui rapporti tra giovani donne e Silvio Berlusconi era - continua il testo dei giudici - un sistema prostitutivo, contrassegnato dalla corrispettività della dazione di denaro o altra utilità rispetto alla prestazione sessuale". In base quindi alla discrezionalità del padrone di casa, i giudici sostengono che: "Le prestazioni, anche quelle minori di tipo pubblico, che avvenivano nel bunga bunga, ricevevano una ricompensa commisurata", Berlusconi consegnava le buste contenenti banconote di tagli pressoché costante".

Tarifarrio - I giudici sostengono che il premio più grande riservato alle ragazze andava a chi trascorreva una notte con il padrone di casa. A quel punto si scatenava la ressa tra le "papi girls". E le loro prestazioni sessuali non puntavano tanto a entrare nelle grazie di Berlusconi: a loro interessavano solo i soldi e: "Assicurarsi, attraverso le serate e le permanenze notturne, versamenti e somme che costituivano vere e proprie controprestazioni del servizio di natura sessuale". L'analisi psicologica fatta dai giudici sulle frequentatrici di Arcore sfodera la prova incontrovertibile che le giovani donne fossero sotto sotto prostitute: erano volgari. Nel provvedimento si legge che le papi girl usavano un: "Linguaggio talore sboccato e disinibito, sintomatico di uno stile di vita spregiudicato e disinvolto". E sembra, dicono i giudici, che il tutto si svolgesse: "al fine di divertire e sollecitare l'eccitazione sessuale del padrone di casa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tobyyy

    21 Febbraio 2015 - 02:02

    Le toghe, quelle rosse per intenderci, non debbono formulare teoremi ! La giustizia, non si basa su personali teoremi o congetture, ma su certezze, prove provate, documenotazioni, testimonianze reali e non costruite ad arte per colpire ingiustamente chi si odia...!

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    10 Febbraio 2015 - 14:02

    a me la minetti mi fa impazzire.........

    Report

    Rispondi

    • Delta7

      26 Febbraio 2015 - 12:12

      a me fa schifo, la trovo odiosa... de gustibus... 1 pari, palla alcentro.

      Report

      Rispondi

  • scorpione2

    10 Febbraio 2015 - 12:12

    loro dicevano ti amo e lui ci credeva,boccalone,mi sembra toto' E IO PAGO, silviuzzo, francamente sei lo scandalo italiano degli ultimi 150 anni.comunque bananas questa e' la dimostrazione che i soldi facili non hanno valore.

    Report

    Rispondi

    • emo

      10 Febbraio 2015 - 13:01

      Bravo scorpione tu si che hai capito tutto, mica sei scemo come noi bananas tu. ma scusa una piccola informazione, non sarà l'invidia che ti arma la bocca o sei vergine e puro e non hai mai scopato. scandalo italiano degli ultimi 150 anni caro mio è quel grande(?)uomo che pur di far cadere l'Italia nella padella rossa non ha esuitato a fare 3 colpi di stato protetto dai magistrati rossi.

      Report

      Rispondi

  • scorpione2

    10 Febbraio 2015 - 12:12

    loro dicevano ti amo e lui ci credeva,boccalone,mi sembra toto' E IO PAGO, silviuzzo, francamente sei lo scandalo italiano degli ultimi 150 anni.comunque bananas questa e' la dimostrazione che i soldi facili non hanno valore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog