Cerca

Catania

Non c'è posto in rianimazione, neonata muore in ambulanza

Non c'è posto in rianimazione, neonata muore in ambulanza

Una neonata è morta nell'ambulanza del 118 che la stava trasferendo a Ragusa da Catania, dove non c'era nessun posto disponibile in rianimazione pediatrica. La piccola era venuta alla luce la scorsa notte in un clinica privata di Catania. Dopo un parto regolare, la bambina aveva accusato difficoltà respiratorie. I medici avrebbero invano cercato un reparto ospedaliero specializzato dove trasferirla, ma nessuno ha potuto ricevere la neonata. E' stato chiesto quindi l'intervento del 118, che ha reperito un posto nell'ospedale di Ragusa. Troppo tardi. La bambina è deceduta durante il trasporto. Ora la polizia ha avviato un'indagine. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    13 Febbraio 2015 - 14:02

    ....quando si tratta di clandestini i soccorsi sono istantanei.

    Report

    Rispondi

  • honhil

    12 Febbraio 2015 - 18:06

    L’incongruenza tutta italiana. Si vuole salvare l’Africa e gli africani, ma nell’indifferenza totale di tutta quella gente con lo sguardo rivolto a quel continente, gli italiani di ogni età, negli ospedali e alla ricerca di un posto letto d’ospedale, continuano a morire per mancanza di fondi.

    Report

    Rispondi

    • gabryvi

      12 Febbraio 2015 - 19:07

      I fondi ci sono, anche troppi, ma c'è chi se li mangia alla grande, specialmente al Sud!

      Report

      Rispondi

  • gianni-1

    gianni-1

    12 Febbraio 2015 - 18:06

    Non c'è posto perché sono occupati dagli amici di Alfano, cosi noi Italiani ci dobbiamo mettete in coda,,,,

    Report

    Rispondi

  • gabryvi

    12 Febbraio 2015 - 16:04

    Colpa della stupidità dei primari di rianimazione! Se c'è un'urgenza, il meno grave gli lascia il posto, non lo si manda a morire su un'ambulanza!! Ma così si evita anche di dover lavorare "troppo"!! In galera!

    Report

    Rispondi

blog