Cerca

L'Italia nel mirino

L'Isis pianifica lo sbarco: "Siamo in Libia, a sud di Roma"

L'Isis pianifica lo sbarco: "Siamo in Libia, a sud di Roma"

Un conto è stare in qualche buco sperduto della Siria o dell'Iraq. Un altro sulle rive del Mediterraneo, e quindi a poche centinaia di chilometri dall'Europa. O meglio, dall'Italia. Nelle scorse ore, i jihadisti dell'Isis hanno preso il controllo di alcune aree costiere della Libia, puntando a prendere il controllo dell'intero paese. Non per nulla, ioeri la farnesina ha orinato agli italiani di lasciare il Paese e chiuso l'ambasciata italiana a Tripoli. Il paese è completamente fuori controllo, una polveriera. A poche centinaia di chilometri da noi. E i fanatici del califfato hanno iniziato a sparare alto contro il nostro Paese. Poche ore fa, uno dei militanti spiegava sui social network come di fatto il nostro Paese si trovi ora a portata di missile. "Colpiamoli con uno scud" era l'incitamento ai compagni. Capirai...la Libia è zeppa di armi lasciate lì e finite in chissà che mani quando il regime del colonnello Gheddafi è stato fatto crollare. Poi nel mirino è finito il ministro degli esteri Paolo Gentiloni, definito "un crociato". E di conseguenza il nostro Paese, a questo punto ufficialmente indicato tra quelli nemici. Oggi un altro intervento : "Prima ci avete visto sulle colline della Siria, ora siamo a sud di Roma. In Libia". Tradotto: "Stiamo arrivando". Il messaggio è stato divulgato insieme al video, girato in Libia, che mostra la decapitazione di 21 cittadini egiziani di religione copta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    17 Febbraio 2015 - 08:08

    Temo che gli straccioni dell'Isis arriveranno a Roma con gli aerei che si sono fregati in giro per il mondo....carichi di esplosivo.Speriamo che il primo obiettivo sia montecitorio.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    17 Febbraio 2015 - 08:08

    Che sbarco vogliono pianificare questi 4 straccioni lerci pidocchiosi...?Vogliono sbarcare in Sicilia?Ci pensa la Mafia a metterli a posto.La Mafia non è lo stato.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    16 Febbraio 2015 - 14:02

    Affidiamo la sicurezza italiana alla Camorra...il Paese verrebbe ripulito in un attimo !

    Report

    Rispondi

  • routier

    16 Febbraio 2015 - 14:02

    Attaccare un Paese che finora si è dimostrato l'unico accogliente senza troppe domande, mi pare una strategia poco intelligente. Quelli dell' ISIS saranno anche bravi a premere il grilletto di un kalashnikov ma quanto usare le meningi mica ci sono molto avvezzi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog