Cerca

Papà separato non ha limiti

per vedere i propri figli

Papà separato non ha limiti
Il papà separato può vedere i propri figli quanto desidera. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza numero 11922. La suprema corte ha confermato il diritto di un padre diviso dalla moglie di vedere il figlio sedicenne - che vive con la mamma - senza alcun limite di tempo o calendario dei giorni prefissati. In pratica Stefano M., professionista romano, ha ottenuto di poter vedere il figlio tutte le volte che vuole tenendo solo conto degli impegni del ragazzo. "Alla conferma di questa decisione si è arrivati - spiega l'avvocato Gianna Giannamati che ha difeso Stefano M. - dopo che i giudici dell'appello hanno ascoltato il figlio del mio cliente che era un adolescente di sedici anni e non un bambino immaturo, e che ha parlato del suo ottimo rapporto col padre. In primo grado, invece, erano stati stabiliti orari e giorni di visita 'fissi'. In appello il ricorso del padre per liberarsi dai 'paletti' era stato accolto. Bocciata invece la richiesta di non pagare alla ex moglie - che dopo 14 mesi dalla prima udienza di separazione aveva già un figlio con un altro partner - l'assegno alimentare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lumenovic

    26 Maggio 2009 - 09:09

    Non devono esserci sentenze che decidono la sorte dei padri. La vera follia è che qualcuno in alto decide come deve comportarsi l'uomo. Mai deciso come deve comportarsi la donna, però. Questa è la democrazia occidentale. Alla faccia della modernità.

    Report

    Rispondi

blog