Cerca

Paura nella capitale

Fiumicino, aereo fuori pista:
16 feriti, due sono gravi

Roma, un volo proveniente da Pisa sbanda per il forte vento: "Tutti urlavamo, avevamo paura di morire". Aperte diverse inchieste, ascoltato il pilota

L'aereo nel volo precedente aveva rischiato una collisione. Il velivolo è Carpatair, che fornisce alcuni mezzi ad Alitalia
L'aereo fuori pista a Fiumicino

L'aereo fuori pista a Fiumicino

Momenti di terrore a Fiumicino, l'aeroporto di Roma. Un aereo Atr 72 della compagnia Carpatair, che lavora per Alitalia, proveniente da Pisa e in atterraggio nello scalo della capitale, è finito fuori pista. Tra le prime ipotesi, quella che l'aereo possa essere finito sul prato a causa delle forti folate di vento che si abbattevano sull'aeroporto romano, il "Leonardo da Vinci". Il  bilancio dell'incidente è di sedici feriti, due dei quali versano in gravi condizioni. Tra i feriti, cinque passeggeri e un assistente di volo. Sul posto sono arrivate otto squadre dei vigili del fuoco e i sanitari del 118. Il velivolo, che può portare fino a 72 passeggeri con due persone di equipaggio, era decollato da pisa alle 19.15 e atterrato alle 20.15. Secondo quanto si è appreso a bordo c'erano 46 persone. Due di queste sono state soccorse in codice rosso, ma non sono in pericolo di vita. Uno dei feriti è stato trasportato in elicottero al San Camillo. Nella notte, Alitalia ha subito fatto scomparire dall'aereo il logo della compagnia.

Le inchieste - Il velivolo ha proseguito per circa 300 metri fuori dalla pista. I feriti più gravi sono la copilota romena e un passeggero: la prima ha subito danni alla colonna vertebrale, il secondo è ricoverato con una frattura del femore. Gli altri passeggeri hanno riportato contusioni, in particolare per gli oggetti usciti dalle cappelliere, e sono stati medicati direttamente nell'infermeria dell'aeroporto. Sull'episodio sono state aperte diverse inchieste. Il pilota, nel corso della notte, è stato interrogato. Si è poi appreso che lo stesso aereo, nel volo precedente da Roma a Pisa, aveva rischiato una collisione con un altro velivolo Alitalia.

La testimonianza - I passeggeri hanno raccontato di avere avuto molta paura, "qualcuno di noi ha creduto di morire, e tutti urlavano". Un testimone spiega che "durante l'atterraggio l'aereo ha toccato due volte bruscamente a terra: ci è stato spiegato che la seconda volta si è piegato il carrello e che l'aereo era finito fuori pista".

 

Fiumicino, Roma, Lazio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    04 Febbraio 2013 - 10:10

    Vero è che Ali-taglia non ha nemmeno 50 centesimi da mettersi nell'occhio...Figuriamoci se li ha per fare ballare un cane.Ma da qui a fare volare rottami Rumeni per aria ed ammazzare gente pensavo che non ci fosse mai arrivata.Il nome di quello str***zo che ha avuto l'ottima pensata?No?

    Report

    Rispondi

  • ramon57

    03 Febbraio 2013 - 20:08

    Chi ha dato ordine di togliere la livrea Alitalia è un doppio idiota e disonesto passibile di licenziamento in tronco . 1) un aereo che ha avuto un incidente non è sotto sequestro? Chi ci ha messo le mani. E le immagini di prima che hanno fatto il giro del mondo? 2) Volare con compagnie rumene con marchio Alitalia è pura TRUFFA nei confronti dei cittadini che sono convinti diversamente. VERGOGNA E DIMISIIONIIIIII.

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    03 Febbraio 2013 - 16:04

    Nel recente passato rappresentava una Azienda seria e proffesionale, ora, grazie alla nostra classe politica , fatta di ladri, sfruttatori, parassiti, ora e´una povera compagnia di 3° livello......e si lamentano che vanno a fondo.... Berlusconi volevi una compagnia nazionale , allora che cazzo ci fanno i Romeni, ?????????????? rubare ed truffare questo e´il vostro lavoro quotidiano..

    Report

    Rispondi

blog