Cerca

cantante

Genova, Gino Paoli accusato di evasione fiscale

Genova, Gino Paoli accusato di evasione fiscale

Il cantautore genovese Gino Paoli è indagato in un’inchiesta per evasione fiscale. In queste ore sono in corso presso le sue abitazioni nel capoluogo ligure delle perquisizioni ordinate dalla procura di Genova ed effettuate dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Genova. Paoli, che è l’attuale presidente della Siae, non sarebbe presente perché a Roma per impegni professionali. Le indagini si concentrano su somme rilevanti si tratterebbe di diversi milioni di euro che l’autore di Sapore di sale avrebbe, secondo l'accusa, portato in Svizzera sottraendole così al fisco italiano. Tutto sarebbe partito da un’intercettazione telefonica nell'inchiesta sul Carige, in cui il commercialista di Paoli era stato messo sotto controllo. Paoli è solo l'ultimo dei cantanti finito nel mirino del Fisco per una storia di evasione. Qualche settimana fa Gianna Nannini era finita nel mirino della guardia di finanza di Milano con il sospetto di aver evaso circa 4 milioni di euro. Dalla musica allo sport: recentemente il nome di Valentino Rossi è spuntato nella lista Falciani tra quelle di centinaia di sospetti evasori fiscali. Prima ancora era toccato a Tiziano Ferro 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Wooden Legs

    20 Febbraio 2015 - 13:01

    E' incredibile che il compagno Gino sia anche diventato presidente della SIAE: al tempo del successo di "Il cielo in una stanza" qualcuno fece notare che la melodia della canzone ripeteva pari pari le note di un pezzo classico, forse russo (c'è qualche esperto che mi può aiutare a identificarlo?). Si noti che solo per questa canzone il nostro riscuoteva 4 miliardi di lirette di diritti!

    Report

    Rispondi

  • e.cerqueti

    20 Febbraio 2015 - 09:09

    Ormai l'Italia è un malato terminale non sorprende più nulla.

    Report

    Rispondi

  • cicalino

    19 Febbraio 2015 - 22:10

    Anche per una mia vecchia e diretta esperienza col tipo, ho sempre reputato Gino Paoli avaro e pure scroccone...Adesso anche evasore fiscale? Non mi meraviglierebbe affatto. Il peggior castigo? Riprendergli quei soldi tanto da lui tanto faticosamente accumulati rinunciando a tutto.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    19 Febbraio 2015 - 19:07

    ma quanti cojones di ds. si lamentano che i sn. sono ugualmente ladri come loro. A Napoli dicono non sono fesso, ma faccio il fesso per farti fesso.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog