Cerca

La battaglia

Roma, guerriglia in centro: i tifosi del Feyenoord devastano Piazza di Spagna

Roma, guerriglia in centro: i tifosi del Feyenoord devastano Piazza di Spagna

Guerriglia in pieno a centro a Roma. I tifosi del Feyenoord hanno invaso la Capitale a poche ore dal match di Europa League contro la Roma: lancio di fumogeni e bombe carta in piazza di Spagna, dove circa 500 hooligans hanno devastato tutto ciò che avevano a tiro. La piazza, distrutta e ricoperta dai rifiuti, era inaccessibile per i turisti. In totale sono stati arrestati almeno 33 tifosi. Dall'Olanda, in totale, ne sono arrivati circa 6mila. Sempre in piazza di Spagna è stata devastata la Barcaccia, il celebre monumento appena restaurato, che è stato usato come un cassonetto dell'immondizia tra lattine e bottiglie di birra. I danni, non ancora accertati, potrebbero essere ingenti. Nel frattempo i tifosi sono stati direzionati verso piazzale delle Canestre, a villa Borghese, il punto di raccolta dal quale partono i 15 pullman in direzione dello stadio. Il calcio d'inizio di una partita che si annuncia tesissima è previsto per le 19. Tensione che cresce con il pericolo che gruppi sciolti di tifosi olandesi possano sfuggire ai controlli e intercettare i tifosi romanisti lungo il percorso verso l'Olimpico.

La nota della società - Roma devastata, dunque. Scontri, paura e arresti. Ma ciò che forse sorprende più di tutto è quanto comunica il Feyenoord. Gli zelanti olandesi (alfieri del rigore in politica, teppisti almeno con i loro "rappresentanti sportivi" quando vengono in Italia) comunicano: "Siamo sorpresi dalle decisioni della questura di Roma". Il club, insomma, critica la nostra polizia e non i delinquenti a seguito della squadra: "Siamo rimasti spiacevolmente sorpresi - si legge nella nota diffusa dalla società - dalla decisione unilaterale della polizia di cambiare le disposizioni concordate per i nostri tifosi". La protesta, inoltre, riguarda anche il numero dei biglietti venduti: "Le autorità hanno deciso lo scorso giovedì la vendita libera dei tagliandi per il match, anche per il settore ospiti. Ci sono stati messi a disposizione solo 5mila posti, mentre quello spicchio di stadio Olimpico ha una capienza di circa 5.800 posti", conclude la nota.

Nella notte - Già nella notte c'erano stati degli scontri, con 22 persone arrestate, undici fermati e manganelli di ferro sequestrati. Alcuni agenti sono rimasti contusi. Nella notte, con la polizia, si sono scontrati decine di tifosi olandesi arrivati nella Capitale per la partita di Europa League. I primi otto ultrà olandesi sono già stati processati per direttissima e condannati a 6 mesi di reclusione, convertiti in 45mila euro di multa ciascuno e il divieto di dimora a Roma con effetto immediati. I condannati sono stati rispediti a Fiumicino e poi in Olanda con un'aereo decollato in mattinata.

Marino - Il sindaco di Roma è intervenuto su Twitter contro la barbarie dei tifosi olandesi e se l'è presa con chi avrebbe dovuto gestire la sicurezza del pre-partita.

In una nota ha poi scritto: "Quanto sta accadendo in queste ore a Roma è vergognoso e intollerabile. La nostra Capitale, così preziosa e delicata, e i suoi cittadini non possono diventare ostaggio di teppisti venuti con il pretesto di seguire la propria squadra. Oltre che di danneggiamenti a preziosi monumenti cittadini. Scene come quelle che abbiamo visto sono semplicemente ingiustificabili, e intendo fare tutto ciò che è in mio potere per far sì che i responsabili ne rispondano appieno. Per questo non soltanto ho protestato e chiesto spiegazioni a chi ha la responsabilità dell’ordine pubblico in città, consentendo che monumenti preziosi e recentemente restaurati come la Barcaccia, diventassero bersaglio di gesti violenti. Ma ho cercato di contattare il ministro degli Interni, e ho espresso all’ambasciata olandese il mio più duro disappunto per quanto accaduto, soprattutto per il modo in cui è stato gestito l’arrivo in città di migliaia di tifosi tra cui, evidentemente, molti violenti. Una gestione che ha provocato un tale allarme e gravi danni, da far prefigurare precise responsabilità"

Olanda - Il governo olandese ha condannato il comportamento dei tifosi del Feynoord e ha dichiarato di voler collaborare con le autorità italiane per l'identificazione dei tifosi fermati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianniob

    20 Febbraio 2015 - 12:12

    non offendete gli animali, che non farebbero mai simili distruzioni. Scrivete che sono come tutti i tifosi e come gli islamici: barbari selvaggi

    Report

    Rispondi

  • susannaammi

    20 Febbraio 2015 - 12:12

    Mai visto cose del genere fatte a: Statua della Libertà, Trafalgar Square, Taj Mahal, Tour Hassan II, Grand Canyon, Studios LA, Tour Eiffel, Sydney Opera House, Piramidi di Giza, Tulum, Templi di Angkor Vat. Italia paese di incivili, con senso civico ridotto a zero, governati da una classe dirigente ancora peggiore di loro, di cosa ci lamentiamo? Siamo la barzelletta del mondo.

    Report

    Rispondi

  • susannaammi

    20 Febbraio 2015 - 12:12

    Mai visto cose del genere fatte a: Statua della Libertà, Trafalgar Square, Taj Mahal, Tour Hassan II, Grand Canyon, Studios LA, Tour Eiffel, Sydney Opera House, Piramidi di Giza, Tulum, Templi di Angkor Vat. Italia paese di incivili, con senso civico ridotto a zero, governati da una classe dirigente ancora peggiore di loro, di cosa ci lamentiamo? Siamo la barzelletta del mondo.

    Report

    Rispondi

  • lucreziateam2

    20 Febbraio 2015 - 09:09

    il problema è che la colpa non è degli olandesi, ma nostra....abbiamo più volte dimostrato come qui da noi si possa fare tutto e restare impuniti, quindi se il sindaco di roma fosse persona seria non si parerebbe dietro alle stronzate e se si prenderebbe la colpa!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog