Cerca

Soddisfazioni

Michele Santoro a Servizio Pubblico: la lettera di Antonio Verro su Il Fatto dimostra che Silvio Berlusconi mi ha cacciato dalla Rai

Michele Santoro a Servizio Pubblico: la lettera di Antonio Verro su Il Fatto dimostra che Silvio Berlusconi mi ha cacciato dalla Rai

Per tanti potrebbe essere un'ossessione. Per Michele Santoro è una battaglia di civiltà, guai a pensare il contrario. Nell'introduzione alla puntata del 19 febbraio di Servizio Pubblico su La7, Santoro gongola perché il Fatto quotidiano della giornata gli dà l'occasione per tornare su un grande cavallo di battaglia: la sua uscita dalla Rai. Per tagliar corto, a provocare la cacciata dell'ex europarlamentare Pd dalla tv di Stato è stato Silvio Berlusconi. Per i suoi fan un fatto acclarato, ma oggi Michele ha le prove. Il Fatto ha scritto, infatti, di una lettera inviata da Antonio Verro (Cda Rai) all'epoca premier e proprietario di Mediaset Berlusconi. L'argomento erano i programmi sgraditi, contro i quali Verro cercava - secondo la ricostruzione del Fatto - di ostacolare in ogni modo. Tra i programmi "anti-governativi" ovviamente non poteva mancare il santoriano Anno Zero andato in onda fino all'anno successivo alla famigerata lettera. Ecco il teorema di Santoro.

Nuovo tormentone - Con Berlusconi in preda al suo periodo politicamente più cupo, Santoro ha cercato di rinnovare il repertorio e sempre nella sua introduzione ha puntato il dito sull'attuale premier Matteo Renzi. Il presidente del consiglio vuole "una nuova costituzione" sulla quale sta "mettendo le mani" e vuole alleggerire la burocrazia dalle troppe regole viste come un impiccio. "Un impiccio - dice Santoro - sono per lui anche i programmi di informazione che critica tanto e la satira?". Cita un collaboratore del premier che su Twitter ha sperato di rivedere Santoro in Rai, dopo aver letto il Fatto quotidiano con la lettera di Verro. Santoro non si fida (o forse vuole un corteggiamento più sfacciato), in qualche modo vede in Renzi caratteristiche compatibili con quelle berlusconiane. Chissà quanto gli dispiaccia davvero. Per ora comunque da La7 dice di non volersi spostare, ma spera di rivedere in Rai Daniele Luttazzi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciocitato

    ciocitato

    15 Maggio 2015 - 14:02

    E ora che ti ritiri con il tuo orticello

    Report

    Rispondi

  • daniele iannone

    22 Febbraio 2015 - 19:07

    Santoro trombone sfiatato. Travaglio professorino isterico.

    Report

    Rispondi

  • carlamasel

    22 Febbraio 2015 - 10:10

    un altro poveretto di cervello chi crede di essere .Ha ragione Berlusconi via i propagandisti comunisti.

    Report

    Rispondi

  • vendita.web.13

    22 Febbraio 2015 - 09:09

    Ha fatto bene Silvio a cacciarlo,tanto stava solo li a succhiare soldi, e fare propaganda politica "comunista".

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog