Cerca

Rivoluzione in vista

Papa Francesco apre ai preti sposati

Papa Francesco apre ai preti sposati

Papa Francesco è pronto a fare un'altra rivoluzione nella chiesa. Dopo le aperture ai gay e ai separati ora sembra proprio che la questione dei preti sposati sia nella sua agenda. Ne è convinto monsignore Gianfranco Girotti, per oltre dieci anni reggente della Penitenzieria Apostolica, il Tribunale delle anime del Vaticano: "Il problema dei preti sposati è da tempo che
bolle in pentola -. Del resto la crisi di vocazioni impone che il problema sia affrontato. La questione si sta discutendo animatamente da più parti e credo che sarà affrontata dal Papa". Girotti crede che alla fine, "pure con precisi paletti, sarà introdotta una nuova disciplina sul celibato dei preti. Ovviamente si tratterebbe di un cambiamento importante del celibato nella Chiesa latina e si dovrebbe ricorrere a un Motu proprio. Il Papa ha tutte le possibilità".

La discussione sui preti sposati è tornata alla ribalta ieri, giovedì 19 febbraio, quando Papa Francesco ha incontrato i parroci della capitale. Ad un certo punto don Giovanni Cereti, teologo e rettore della Chiesa di San Giovanni Battista dei Genovesi a Roma ha fatto presente a Bergoglio il caso delle Chiese orientali che prevedono l'ordinazione di uomini sposati e le migliaia di preti sposati di rito latino che invece devono rinunciare a celebrare: "Il Papa - ha raccontato - ha accolto favorevolmente la mia proposta. Ha detto che il problema lo conosce bene". "Si tratterebbe di una novità importante e sarebbe necessario un documento che istituzionalizzi queste nuove figure di viri probati. Penso, ad esempio, alle missioni dove i sacerdoti scarseggiano e penso che queste persone sarebbero di grande utilità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • edomus2

    28 Febbraio 2015 - 16:04

    fossog. Un Papa è infallibile solo quando si pronuncia sui principi fondanti dell'ortodossia e quando canonizza un santo. I preti sposati non attengono ai principi fondanti ma ad una codifica dei primi secoli della Chiesa. Papa Bergoglio su questo potrà anche sbagliare, ma si ricordi che il capo invisibile è Cristo, altro che fine! Sono duemila anni che la profetizzano in tanti senza azzeccarci.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    20 Febbraio 2015 - 16:04

    arrovellati pure, furbetto gesuita, tra un paio di generazioni, più o meno, il tuo Stato Parassita sparirà... almeno sarà così in italia ed europa, la cultura ti sotterrerà ed è proprio ora. NON si sopporta sulla Testa un Secondo Potere (inutile) Paralleo allo Stato.

    Report

    Rispondi

  • 20 Febbraio 2015 - 16:04

    Starà cercando nuove attività di LUCRO!!! per implementare la PREMIATA SPA,DITTA delle SOLE ONLUS!-COOP!! (Sole,alla Romana).

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    20 Febbraio 2015 - 14:02

    Hanno i loro gusti ma e'ancora un po' presto per farli sposare tra di loro, anche se sarebbe come fare bingo, una coppia di preti gay in ogni parrocchia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog