Cerca

Nuova inchiesta

Mancata scorta a Biagi, indagati Scajola e De Gennaro

Claudio Scajola

Claudio Scajola e Gianni De Gennaro sono indagati nell'inchiesta bis sulla revoca della scorta a Marco Biagi, ucciso a Bologna dalle Br il 19 marzo 2002. All'epoca Scajola e De Gennaro erano ministro dell'Interno e capo della Polizia. La notizia è stata diffusa dall'Ansa. Era stata già aperta un'inchiesta ma fu archiviata. L'inchiesta per cui sono stati indagati Scajola e De Gennaro era stata aperta la scorsa primavera. E' stato notificato un atto a Scajola e De Gennaro, oltre che ai familiari del giuslavorista assassinata, assistiti dall'avv. Guido Magnisi, in cui si chiede a una sezione speciale del tribunale di Bologna di interrogarli per sapere se intendono o meno avvalersi della prescrizione.  L’ipotesi di reato su cui la Procura di Bologna, nei mesi scorsi, aveva riaperto l’inchiesta era omicidio per omissione. L’ omicidio per omissione è una ipotesi di reato più grave dell’omissione semplice, che sarebbe prescritta dopo 7 anni e mezzo (nel 2009), e dunque perseguibile. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    27 Febbraio 2015 - 07:07

    Soprattutto Scajola se lo merita ampiamente. Ma come al solito troverà la protezione di chi lo deve giudicare. Mica fa Berlusconi di cognome!

    Report

    Rispondi

  • laghee

    26 Febbraio 2015 - 17:05

    dovrebbero dargli un premio, visto che ha risparmiato la vita a due poliziotti di scorta !!!!

    Report

    Rispondi

  • matrixfantoman

    26 Febbraio 2015 - 15:03

    Non amo particolarmente la figura di Marco Biagi molto del lavoro precario di oggi e dipeso da lui ma una cosa e la politica un'altra e la vita tra i tanti parassiti politici ero l'unico che aveva diritto alla scorta e per questo e morto forse Scajola e troppo impegnato a con le mogli degli altri e a trovare chi pagava la casa a sua insaputa vergogna

    Report

    Rispondi

    • tristano.libero

      26 Febbraio 2015 - 20:08

      Il precariato NON è dipeso da Biagi, lui era uno studioso del diritto del lavoro ed aveva elaborato delle ipotesi di lavoro che il governo del Pregiudicato ha fatto diventare legge. Quindi la colpa è del Pregiudicato ed è colpa di un suo ministro (Scaiola appunto) se è stata tolta la scorta a Biagi. Pensa che in quel periodo e a tutt'oggi la scorta ce l'hanno la Santanché, Sallusti e Belpietro !

      Report

      Rispondi

  • highlander5649

    26 Febbraio 2015 - 14:02

    scajola, un menefregista, in qualunqe carica ha fallito. sarebbe giusto togliergli le indennità da ministro dell'interno. che deve restituire. intrallazzatore da strapazzo. berlusconi non doveva dargli nessun incarico

    Report

    Rispondi

blog