Cerca

Picchiata una dodicenne al parco

La bulla di Sestri non si pente: "Ridatemi il telefono"

Non è per niente pentita la ragazza sedicenne che alcuni giorni fa, in un parco di Sestri Ponente alle porte di genova, ha massacrato di botte una dodicenne, "rea" di aver rifiutato l'invito di un'altra ragazza amica della bulla. Le immagini del pestaggio sono impressionanti: si vedono pugni, calci, spintoni, morsi, tirate di capelli. Il tutto di fronte all'indifferenza di altri ragazzi che assistono impassibili alla violenza. Dopo i fatti, le immagini del pestaggio sono state postate su whatssappa agli amici, ed è èer questo che lo smartphone è stato sequestrato alla ragazza. Che, nel racconto degli investigatori che l'hanno fermata, ha avuto un sussulto proprio solo quando le è stato portato via il telefono: "E adesso quando me lo ridate?". Per il resto, riferisce un ispettore, "nessun senso di colpa, nessuna scusa, nessuna pietà. Come se tutto fosse stato normale". La sedicenne bulla, insieme all'amica che ha filmato il pestaggio, è accusata di lesioni aggravate e diffamazione.

Guarda il video del terribile pestaggio della dodicenne nel parco di Sestri Ponente

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fepi65mi

    06 Marzo 2015 - 19:07

    Va anche detto che la bulla era in gruppo...solita storia...voglio vederla questa presa da sola tra il chiaro e lo scuro....sai quante ne prenderebbe?altro che...il cellulare

    Report

    Rispondi

  • mina2612

    06 Marzo 2015 - 14:02

    Di che cosa si dovrebbe pentire? E' stata cresciuta nella violenza e nel degrado da genitori sempre assenti perchè o erano in galera o a delinquere. Quella vita è l'unica cosa che conosce: o la si ricovera in qualche istituto e le si insegna l'Abc del vivere, o si deve aspettare che ne combini una grossa, tale da essere inviata in qualche prigione.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    05 Marzo 2015 - 22:10

    Questa è l'educazione che i genitori hanno dato alla figlia.Se è messa così a chi dobbiamo darne la colpa?A lei o a chi ha fatto finta di seguire la sua crescita?Legalmente ne risponderanno i genitori.

    Report

    Rispondi

  • mariagabriella.frigeri

    05 Marzo 2015 - 21:09

    Questi ragazzi che hanno ls violenza nel cuore hanno bisogno di ricoveri ai centri mentsli..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog