Cerca

Capitale violenta

Roma, ecco il tariffario dei killer capitolini

Roma, ecco il tariffario dei killer capitolini

Tremila euro per una gambizzazione, tra i 20 e i 25mila euro per un omicidio. Era questo il tariffario di Giancarlo Orsini, pluripregiudicato quarantottenne romano, arrestato dai carabinieri il 15 luglio 2014 per l’omicidio di Roberto Musci, avvenuto il 23 gennaio dello stesso anno nel quartiere Casalotti della Capitale e la cui collaborazione con la giustizia ha aperto uno squarcio su una serie di omicidi e gambizzazioni che si sono registrati a Roma e provincia tra il 2013 e il 2014.

Grazie a quanto rilevato da Orsini e poi confermato dagli accertamenti tecnico scientifici di carabinieri e polizia i mandanti per tutti questi fatti di sangue hanno oggi un nome e un cognome. Sono così finiti agli arresti Andrea Useli, Massimiliano Prosperi, Massimiliano Leoni ed Elvis Demce mentre sono al momento irreperibili Carlo Gentile e Massimiliano Alfano.
A rivolgersi a Orsini erano quasi sempre esponenti della criminalità interessati a mandare avvertimenti e a risolvere conflitti con altri gruppi criminali per la gestione dello spaccio di droga a Roma. Incastrato da alcune macchie di sangue su una pistola e su un paio di occhiali sequestrati dalle forze dell’ordine, il killer Orsini, con un passato da buttafuori e poi rapinatore, decide di iniziare a collaborare con gli inquirenti, gettando luce su tre omicidi e tre gambizzazioni avvenuti a Roma tra il giugno 2013 e gennaio 2014.

A finire sotto i colpi di pistola sparati da Orsini furono Mirco Maccarinelli, Cinzia Pugliese e Giulio Morelli, gambizzati rispettivamente il 22 giugno, il 24 luglio e il 2 dicembre del 2013. Federico Di Meo e Sesto Corvini furono uccisi rispettivamente il 24 settembre e il 9 ottobre 2013. E infine Roberto Musci, freddato da Orsini con cinque colpi d’arma da fuoco alla testa il 23 gennaio 2014 a Casalotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    06 Marzo 2015 - 22:10

    Ma questo listino prezzi lo avete preso dalla Parrocchia di Settebagni?Per menare sodo qualcuno ci vogliono almeno 5000 euro.Questi lavorano in perdita.Fanno prezzi da poveracci causa crisi?Sul Deep web basta digitare HITMEN e poi i prezzi li vedrete in toto.Crisi o non crisi.

    Report

    Rispondi

blog