Cerca

Assolto in appello

Berlusconi, martedì la Cassazione sul processo Ruby

Berlusconi, martedì la Cassazione sul processo Ruby

Quella di martedì sarà una giornata "di fuoco" per Silvio Berlusconi. Il Cav, per quel giorno, ha infatti dato mandato ai suoi di votare in Aula al Senato contro le riforme del governo, scegliendo così per la prima volta dalla rottura del Patto del Nazareno la strada della netta contrapposizione a Matteo Renzi. Ma martedì è per il Cavaliere soprattutto il giorno in cui il processo Ruby, quello per cui lui è stato assolto come unico imputato in appello, approda in cassazione. E gli asupici, almeno dal punto di vista della composizione del collegio giudicante, non sono dei migliori. Il processo all'imputato Berlusconi è il ruolo n.4. della giornata. E la Quarta sezione non è tra le migliori dal punto di vista dell'ex premier. La presiede Nicola Milo, relatore Orlando Villoni. Si tratta di due giudici con grande esperienza nei reati contro la pubblica amministrazione, certamente hanno le idee chiare su concussione e induzione a dare o promettere utilità. Ma sono due toghe storiche di Magistratura democratica, la corrente di sinistra della magistratura. Cioè due toghe rosse.

Gli avvocati Ghedini e Longo, scrive l'huffingtonpost.it, avrebbero già provveduto ad informarlo spiegando che si tratta "in ogni caso di giudici di ottima fama". Niccolò Ghedini, per la prima volta, potrebbe non essere in aula.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antoniobaldo

    10 Marzo 2015 - 09:09

    se la faccia è lo specchio dell'anima la Bocassini dovrebbe andare dall'esorcista .

    Report

    Rispondi

  • soleados

    09 Marzo 2015 - 14:02

    Etano... ma cosa scrivi se non sei in grado di ragionare...togliti l'et e vedi cosa rimane... continua a votare per il PREGIUDICATO

    Report

    Rispondi

  • etano

    09 Marzo 2015 - 10:10

    Se si trattasse di reati veri con colpevoli veri ma al posto dell'On. Berlusconi ci fosse ad esempio il comunista pervertito filoislamico con buchi da milioni in Regione Puglia iniziando dalla Sanità oppure D'Alema con i suoi possedimenti e yacht nonché varie connivenze i magistrati li avrebbero già assolti da qualsiasi, ripeto qualsiasi, reato e in via definitiva.

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    09 Marzo 2015 - 10:10

    Esiste qualche toga azzurra per caso? Se non si parteggia per i sinistri, non si può fare carriera. Mi pare evidente, diamine! Ciò nonostante, qualche rara volta, qualche raro rigurgito d'onestà intellettuale, qualche rara ribellione di una coscienza sopita potrebbe anche sortire una giusta sentenza. Sono però casi talmente rari da non poterisi nemmeno considerare pronosticabili nei casi del Cav.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog