Cerca

Immigrato fuori controllo

Terni, marocchino clandestino uccide un 27enne a bottigliate in strada senza motivo

Terni, marocchino clandestino uccide un 27enne a bottigliate in strada senza motivo

Ieri nella notte un giovane 27enne ternano, David Raggi, è stato ucciso da un 29enne marocchino ubriaco che senza motivo lo ha colpito a morte con una bottiglia di vetro dopo avergli detto "Che guardi?". Il fatto è accaduto nella piazza principale della città di Terni, dopo l'accaduto la polizia è riuscita a bloccare l'aggressore che è stato subito arrestato. Secondo gli investigatori l'aggressore, che si trovava in uno stato psicofisico alterato, ha colpito a caso, senza un motivo specifico, il primo passante che si è ritrovato vicino a lui. Prima di colpire mortalmente David Raggi, l’omicida gli ha detto "Che guardi?". Poi, Aassoul Amine, questo il nome dell’assassino, ha raccolto un pezzo di vetro da terra e lo ha colpito al collo,
uccidendolo sul colpo per la recisione della giugulare. L’omicida era stato in Italia fino al 2007 perché aveva raggiunto la madre che si era sposata con un italiano, (e che attualmente dovrebbe vivere a Terni) poi nelle Mache, regione in cui risiedeva, ha commesso diversi reati, ed è a quel punto che viene espulso e riportato in Marocco. Ma lui rientra in Italia nel 2014 da Lampedusa e chiede asilo politico che gli viene negato. Da quel momento è illegale in Italia. Intanto Angelino Alfano commenta: "Che il killer non esca più di galera".

 

 

 

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • minosse1943

    11 Luglio 2016 - 10:10

    Sicuramente a questa notizia verrà dato, da parte di tutti i mezzi di comunicazione, lo stesso risalto dato in occasione della tragica uccisione del nigeriano Emmanuel Chidi Namdi compresa la partecipazione ai funerali del Ministro Boschi e del Presidente della Camera Laura Boldrini. Minosse.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    14 Marzo 2015 - 20:08

    Al marocchino vorrei dare due nomi su cui può appoggiarsi se ha bisogno la sig.ra Decina, segretaria di Marino e Laura Boldrini Presidente della Camera. Due persone che lo terranno a cuore e provvederanno al suo soggiorno Italiano nella massima agiatezza. Anzi si scusano con lui in quanto nessuno ha saputo interpretare bene il suo gesto come lo hanno saputo fare loro.

    Report

    Rispondi

  • claudia42

    14 Marzo 2015 - 16:04

    Perché accontentarci dei delinquenti nostrani quando se ne possono importare da ogni dove? A rimpinguare le file dei delinquenti, non bastassero i politici che permettono arrivi indiscriminati, a dare una mano ci sono pur sempre alcuni magistrati che quando i delinquenti vengono arrestati , sono velocemente messi in libertà con motivazioni che stanno in cervelli evidentemente bacati. Alleluia!

    Report

    Rispondi

  • routier

    14 Marzo 2015 - 16:04

    Renzi, Alfano, Boldrini, Kyenge. Nessuna responsabilità per loro ? Macchè, loro hanno sempre censurato l'immigrazione di barbari e selvaggi. Le loro mani sono pulite ! Gli italiani morti ammazzati sono i veri colpevoli. Se volevano vivere non dovevano trovarsi a portata di piccone o coltello !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog