Cerca

La chiamata

Omicidio Terni, la telefonata di David Raggi al 118 prima di morire: "Non arrivo in ospedale"

Omicidio Terni, la telefonata di David Raggi al 118 prima di morire: "Non arrivo in ospedale"

Era stato un volontario del 118 David Raggi, il 27enne ucciso a Terni da un marocchino ubriaco che gli ha tagliato la gola con una bottiglia di vetro rotta. E proprio l'esperienza a bordo delle ambulanze del soccorso medico gli aveva fatto capire subito la gravità della sua ferita. All'amico medico in servizio al 118, Raggi ha detto al telefono: "Non arrivo in ospedale". Si è poi rivolto agli amici: "Dite alla mia famiglia che voglio bene a tutti". Sul suo profilo Facebook tanti amici e semplici conoscenti hanno voluto lasciare messaggi di cordoglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • laurasergio95

    15 Marzo 2015 - 12:12

    In Italia il fatto non sussiste, era ubriaco, non sapeva cosa faceva!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    14 Marzo 2015 - 20:08

    Spero che Dio esista per accogliere quest'anima...povero figlio, e poveri i suoi genitori...padre e madre che muoiono con lui..anche se non gli restituirà David, sappiano che lo vendicheremo i modo atroce

    Report

    Rispondi

  • mapagolio

    14 Marzo 2015 - 15:03

    Non vorrei essere nel magistrato che giudichera',dato come vanno in italia queste cose.Vorrei far presente al magistrato di andare in marocco a vedere come vivono i giovani,la violenza che hanno ,cosi' si toglie l idea delle attenuanti.

    Report

    Rispondi

  • routier

    14 Marzo 2015 - 08:08

    Fossi nei genitori della vittima direi una cosa sola: "questo marocchino non arriverà alla vecchiaia"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog