Cerca

L'indiscrezione

Papa Francesco e il "pontificato breve", un collaboratore: "Potrebbe lasciare come ha fatto Ratzinger"

Papa Francesco e il "pontificato breve", un collaboratore: "Potrebbe lasciare come ha fatto Ratzinger"

Se l'espressione "pontificato breve" usata da Papa Francesco ha un significato concreto e non semplicemente scaramantico, questo significato va ricercato nell'esempio del predecessore del Pontefice, Benedetto XVI. In altre parole: il 78enne Bergoglio potrebbe comportarsi come Joseph Ratzinger, dimettendosi tra qualche anno sotto il peso dell'età e dello sforzo della sua missione. A sostenerlo è uno strettissimo collaboratore del Papa, intervistato dal vaticanista di TgCom Fabio Marchese Ragona sul Giornale. Il collaboratore, che chiede di restare anonimo, spiega: "Il Papa non pensa affatto che dovrà morire presto, ma è una persona molto realista: sa bene che la terza età non finisce più a 75 o magari 80 anni, ma che si è allungata molto, diciamo fino a 90, 95 anni. E credo che lui sia convinto che non si possa governare la Chiesa se il Papa ha un'età troppo avanzata, se non è più in forze". D'altronde è stato lo stesso Francesco a ricordare qualche giorno fa, intervistato da un'emittente messicana, che "la scelta fatta da Papa Benedetto XVI non dev'essere considerata un'eccezione, ma una possibilità". 

Nel mirino dell'Isis - Certo, ci sono poi le incognite da mettere in conto. La morte naturale, certo, e il rischio di finire nel mirino dei terroristi islamici dell'Isis, che hanno nel Vaticano uno dei loro obiettivi "mediatici" e strategici più clamorosi. In volo dallo Sri Lanka alle Filippine, Papa Francesco aveva scherzato a modo suo sulla questione di un eventuale attentato: "A me preoccupano i fedeli, ho paura per loro, ma io ho un difetto, una bella dose di incoscienza. Ma se mi accade questo? Soltanto chiedo la grazia al Signore che non mi facciano male, perché non sono coraggioso di fronte al dolore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bernardroby

    20 Marzo 2015 - 06:06

    Io non credo in nessuna religione, per me sono tutte uguali , uno strumento che con la superstizione e la paura della morte , governa tutto il genere. Umano , pero' credo in Dio , e comunque , dalla persona di Bergoglio , sono uscite parole buone , penso che ogni essere umano abbia il diritto di esprimersi , generalizzare , e sempre superficiale , capisco comunque anche chi lo contesta .

    Report

    Rispondi

  • spalella

    16 Marzo 2015 - 15:03

    io sò solo che da quando c'è questo prete in vaticano, non posso più guardare un TG nazionale senza dovermi sorbire le sua banalità e le sua masturbazioni mentali... trenta Tg giornalieri e trenta volte la sua faccia e le sue chiacchere, PEGGIO DEL DITTATORE NORD COREANO, uno schifo che me lo rende ogni giorno più insopportabile per la sua PREPOTENZA. Perciò se sparisce...

    Report

    Rispondi

  • lombardi-cerri

    16 Marzo 2015 - 06:06

    Ricordare sempre che Roma è stata la tomba di cose buone ! San Pietro crocifisso e i cristiani dati in pasto alle fiere.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    16 Marzo 2015 - 00:12

    magari è la prima buona notizia che ricevo da questo pseudo religioso, quando se ne va è sempre tardi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog