Cerca

Strategia difensiva

Yara, Massimo Bossetti chiederà il rito abbreviato

Yara, Massimo Bossetti chiederà il rito abbreviato

Massimo Bossetti ha cambiato strategia difensiva. Riporta il Giorno che a breve scadono i venti giorni a disposizione dei legali dell'imputato dopo il deposito dell'avviso di chiusura delle indagini preliminari e la procura di Bergamo chiederà il rinvio a giudizio. A questo punto per evitare al muratore di Mapello il carcere a vita per l'omicidio di Yara Gambirasio, uccisa il 26 novembre 2010, non resta che il rito abbreviato, che comporta lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna

Le prove contro Bossetti sono pesanti: Yara, colpita "con pugni o corpi contendenti e con uno strumento da taglio e uno da punta e taglio in diverse regioni del corpo", è stata "abbandonata agonizzante", sui suoi slip c'era il dna di Bossetti, sui leggings i fili dei sedili del suo furgone. Due sono le aggravanti. La prima (che prevede l'ergastolo): l'ha seviziata e ha agito con crudeltà. Seconda: ha agito di sera-notte in un posto isolato, adulto contro adolescente di 13 anni. E poi c'è la calunnia: Bossetti inizialmente accusò Massimo Maggioni, suo collega di lavoro nel cantiere di Palazzago.

Del resto il muratore di Mapello continua a dirsi innocente. Sempre al Giorno scrisse: "Potevo dichiararmi colpevole per avere la televisione in camera? Dovevo patteggiare un qualcosa di vergognoso che non mi ero mai sognato di commettere, per avere una cella migliore? Ma siamo matti?". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • remare2006

    16 Marzo 2015 - 20:08

    Bravo Bosetti, adesso si che stai intraprendendo la strada giusta. Usa il cervello e vai avanti.

    Report

    Rispondi

  • etano

    16 Marzo 2015 - 16:04

    Ecco che magistrati malati di protagonismo si scatenano contro questa persona per soddisfare il loro pseudo prestigio, la sete di vendetta della famiglia e l'opinione pubblica bovinamente colpevolista perché essendo un processo indiziario si basano su dati che potrebbero anche non confermare la colpevolezza dell'imputato "oltre ogni ragionevole dubbio" come negli Usa, Paese civile non l'Italia.

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    16 Marzo 2015 - 14:02

    Devi morire e marcire in carcere. Niente sconto sulla pena , niente rito abbreviato. ERGASTOLO. E ti va bene , io avrei messo la pena di morte.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    16 Marzo 2015 - 12:12

    C’è la matematica certezza del DNA di Bossetti sui leggings di Yara, c’è la matematica certezza che, nel giorno della scomparsa di Yara, Bossetti ha girato per un’ora con il suo furgone intorno alla palestra, ma Blues e compagnia bananas ci dicono che questo è un altro caso Tortora. Pensate a quali sarebbero i loro commenti se, al posto del padano ci fosse un musulmano, un rom o solo un "terrone"!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog