Cerca

In Appello

Premio Grinzane, ridotta la condanna a Soria

Premio Grinzane, ridotta la condanna a Soria

Ridotta in Appello a otto anni e tre mesi la condanna a Giuliano Soria, l'ex patron del premio Grinzane Cavour a processo per l'uso improprio di fondi pubblici e maltrattamenti su due dipendenti. Lo ha deciso la corte di Torino presieduta dal giudice Elisidoro Rizzo. Soria, a cui sono state riconosciute le attenuanti generiche, è stato assolto per alcuni episodi mentre altri erano prescritti. In primo grado Soria era stato condannato a 14 anni e mezzo di carcere. La  corte d'appello ha anche condannato il fratello Angelo, ex dirigente della Regione Piemonte, a 4 anni 3 mesi e 15 giorni di reclusione e l'ex cuoco della scuola di cucina Icif, Bruno Libralon a un anno e 7 mesi con la condizionale. Confermata l'interdizione perpetua dai pubblici uffici per i due fratelli.

Lo scandalo del premio Grinzane ha travolto il salotto radical chic. Soria infatti ha accusato politici e celebrità, "colpevoli" di aver preso regali, essersi fatti pagare viaggi e soprattutto in nero. Tra i vip tirati in ballo, la "zarina" Mercedes Bresso, ex presidente del Piemonte e ora eurodeputata Pd, eppoi Isabella Ferrari, Giancarlo Giannini, Michele Placido, Charlotte Rampling, Eleonora Giorgi, Stefania Sandrelli.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    17 Marzo 2015 - 20:08

    Tutti grandi castigatori delle malefatte...degli altri

    Report

    Rispondi

  • etano

    17 Marzo 2015 - 16:04

    Impossibile identificarli tutti e contestare loro l'accusa di aver percepito mazzette, quelli citati nell'articolo sono tutti appartenenti all'area della sinistra inclusa la Rampling anche se la sua sinistra è diversa come ideologìa. E' ovvio che nessun magistrato si permette di indagare su quei nomi sarebbe come accusare un membro della loro famiglia o il loro migliore amico.

    Report

    Rispondi

  • debant

    17 Marzo 2015 - 16:04

    Soria OK, ma tutti quelli che lui ha accusato, che fine hanno fatto? Sono quasi tutti di sinistra, per cui presumo che nessuno pagherà. Questa é l'Italia, questa la magistratura italiana. Questa sinistra resterà impunita in eterno fino a che non ci sarà una vera mannaia che tagli la testa a questa piovra tentacolare. Se non vanno in pensione i magistrati sessantottini saremo sempre nella merda

    Report

    Rispondi

  • Il Popolo

    17 Marzo 2015 - 15:03

    Non entro nel merito del processo non avendo elementi ma se Soria è colpevole che fine hanno fatto coloro che hanno ricevuto le regalie o compensi in nero??? sono stati denunciati?? sono sotto processo?? e chi sono??? Cerchiamo di vedere la notizia nel suo insieme e non in modo parziale.

    Report

    Rispondi

    • Pinkalikoi

      17 Marzo 2015 - 18:06

      Soria ed il fratello sono stati condannati per una sfilza di reati ignobili, tra i quali anche l'accusa di aver violentato il domestico filippino e di esser loro ad aver sottratto i fondi del premio Grinzane. A distanza di cinque anni, ora "ricorda" di aver fatto regali ad artisti e politici. La sua testimonianza vale zero, occorrono prove o riscontri al momento assenti.

      Report

      Rispondi

blog