Cerca

Le interviste

Amedeo Matacena attacca Forza Italia: "L'unica persona che considero un uomo è Claudio Scajola"

Amedeo Matacena attacca Forza Italia: "L'unica persona che considero un uomo è Claudio Scajola"

Torna a farsi sentire Amedeo Matacena. In una doppia intervista si dice pronto a fare nomi e rivelazioni sull'affare Telekom Serbia. Ma non solo. L'ex esponente di Forza Italia non risparmia critiche al centrodestra da cui è stato candidato alla Camera nel 1994 e nel 1996. "A Palermo", ricorda, "testimoniai per due volte a favore di Marcello dell'Utri, la seconda anche se non ero stato ricandidato. A Caltanissetta, citato come teste da Berlusconi, testimoniai contro l'ex magistrato Caselli. Ma Fi mi ha usato come uno straccio vecchio. Sono stato sacrificato dal partito per dare in pasto alla stampa la notizia che il partito faceva pulizia nelle liste". Di qui, spiega, la mancata ricandidatura nel 2001. "L'unica persona che considero essere un uomo è Claudio Scajola", prosegue. "Furono lui e Berlusconi a decidere di non ricandidarmi nel 2001. Lo rividi anni dopo e fui ovviamente freddo. Lui se ne accorse e mi disse che riteneva di avermi fatto un torto nel non ricandidarmi. Poichè oggi nessuno dice 'ho sbagliato', se già qualcuno ammette una colpa per me merita stima". Quanto all'accusa che Scajola e la moglie di Matacena, Chiara Rizzo, abbiano favorito la latitanza di Matacena, tentando di agevolare un suo spostamento in Libano", per il fatto è in corso un processo a Reggio Calabria, l'ex deputato azzurro non ha dubbi: "Il fatto non esiste. In Libano ammazzano le persone per 500 dollari e c'è un accordo di estradizione con l'Italia che negli Emirati Arabi non c'è. Perché avrei dovuto tentare di andare in Libano?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    23 Marzo 2015 - 13:01

    sento puzza di buffonata, di ricatto e di asino (in lenzuolo)...

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    23 Marzo 2015 - 13:01

    La sinistra doveva 'tremare' secondo Libero anche in tutte le puntate precedenti della ineffabile telenovela. Abbiamo visto invece un sequel inaspettato, con finale a sorpresa. Grazie Libero: tu sì che ci porti bene! Mi sa tanto che i nomi che tirerà Matacena scombussoleranno i vertici di FI, vista la piega stirata nelle ultime indagini. Comunque fanne cenno, e salutami Igor.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    23 Marzo 2015 - 10:10

    "....nomi e rivelazioni sull'affare Telekom Serbia.:::"Scommetiamo che di mezzo ci sono Mortadella,Skeletor di torino,Yussuf Bin d"Alemah"....Le carte devono essere integre,e pervenire velocemente,in quanto qualcuno con il vizio del bianchetto potrebbe usarne in quantità industriali.

    Report

    Rispondi

blog