Cerca

Al telefono

Omicidio Pordenone, in un'intercettazione Teresa Costanzo confessava problemi economici

Omicidio Pordenone,  in un'intercettazione Teresa Costanzo confessava problemi economici

Prende piede la pista passionale nelle indagini del misterioso omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone. I carabinieri della scientifica e dei nuclei investigativi torneranno a Pordenone per approfondire quella che sembra la strada più verosimile: quella degli stalker della ragazza. Dalle intercettazioni telefoniche è emersa la sua ricerca di stabilità economica, cercava soldi: "Stai affogando nelle tasse? Why? Se vuoi ho un paio di soluzioni" le ha detto al telefono un imprenditore lombardo, sul quale le indagini non hanno ancora chiarito eventuali legami con l'omicidio. Sui social, messi al setaccio dagli inquirenti, sono stati scoperti dei profili falsi dei due ragazzi, usati per interagire con persone fuori dalla loro cerchia di amici.

Mala albanese - Un'altra pista seguita è quella albanese. Un ragazzo che frequenta la palestra dei due ragazzi uccisi ha dichiarato: "Un pregiudicato che ogni tanto viene da queste parti mi ha detto che secondo lui Trifone è stato ucciso perché era intervenuto in discoteca a sedare una rissa fra due albanesi finiti poi in ospedale". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog