Cerca

La protesta

Fincantieri, l'azienda vuole mettere un microchip nelle scarpe degli operai

Fincantieri, l'azienda vuole mettere un microchip nelle scarpe degli operai

Un microchip nelle scarpe degli operai. L'idea arriva da Fincantieri con i sindacati già in agitazione pronti a gridare all'invasione della privacy e quindi alla violazione dello Statuto dei lavoratori. I dipendenti iscritti a Fiom, Fim, Uilm sono già scesi in strada per protesta bloccando la provinciale che passa davanti al cantiere di Muggiano a La Spezia.

Come funziona - Il prossimo aprile scade il contratto integrativo dell'azienda. Nel testo ancora in corso è già presente la possibilità da parte di Finacantieri di usare strumenti tecnologici per migliorare la sicurezza sul lavoro. Negli stabilimenti già oggi ci sono telecamere e altre apparecchiature che monitorano il personale e le attività all'interno dell'azienda. Il microchip darebbe al sistema di controllo una precisione maggiore, ad esempio, sulla posizione di un dipendente vittima di un incidente, oltre a permettere l'apertura dei tornelli d'ingresso senza l'uso di una tessera. Per i sindacati invece l'azienda userebbe il microchip per controllare ogni spostamento dell'operaio e controllarlo quindi a distanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • delfino47

    25 Marzo 2015 - 14:02

    Ma per favore..... !

    Report

    Rispondi

blog