Cerca

Il delirio

Tragedia Airbus, i complottisti hanno già trovato la soluzione: "Colpa delle scie chimiche... no è colpa degli Stati Uniti"

Tragedia Airbus, i complottisti hanno già trovato la soluzione: "Colpa delle scie chimiche... no è colpa degli Stati Uniti"

Dai banconi dei bar alle code negli uffici pubblici, l'uomo della strada si interroga sulla tragedia della Germanwings. Basta un attimo, qualche giorno, e il coinvolgimento emotivo per le tante vittime dello schianto diventa cinico complottismo, curiosità morbosa alla ricerca delle cause più allucinante che possono nascondersi dietro il gesto di un folle depresso messo a guidare un aereo.

Immancabili - Nell'esercito degli spostati complottisti, c'è una varietà sterminata di brigate. Non c'è grande catastrofe che questa mandria di pensatori incompresi non riesca a spiegare. Dagli attentati dell'11 settembre, poi, le loro analisi preziose sono diventate sempre più accessibili grazie alla rete. E così l'umanità immensamente grata ha potuto apprezzare anche dopo il 24 marzo scorso le vere ragioni che hanno fatto schiantare 150 persone a bordo di un aereo.

Le scie - I più rapidi sono stati i sostenitori della tesi delle scie chimiche. Uno dei loro guru in Italia è Rosario Marcianò, sanremese convintissimo dell'esistanza di un complotto internazionale che avrebbe armato tutti gli aerei, anche quelli civili, di serbatoi usati per spargere sulle nostre teste ogni tipo di schifezza. A poche ore dal disastro, Marcianò aveva già tutto chiaro in testa: "Noi sappiamo che gli aerei civili, per eseguire inseimnazione ingroscopica delle nubi basse, devono necessariamente volare attorno ai 6000 piedi e questo episodio lo conferma".

Il test fallito - In poche ore le panzane si sono moltiplicate e non poteva mancare quella da spy story che coinvolge i grandi e oscuri poteri militari mondiali. Il quotidiano Il Tempo ha dedicato anche un'intera pagina al sospetto che sarebbe nato da una nave militare russa. Negli stessi minuti in cui l'Airbus tedesco stava precipitando, a bordo della nave russa avrebbero captato anomalie elettriche. Il sospetto, insomma, è che in quel momento ci fosse un'esercitazione con dei caccia militari statunitensi che stavano sperimentando un nuovo raggio laser. Come riprende La Stampa, questa teoria è comparsa su un sito "internazionalista" ricco di link e documenti: "Non può essere tutto una coincidenza" sfotte il quotidiano di Torino.

Il grillino - E se qualcuno dovesse ancora rimanere aggrappato al proprio raziocinio, ci pensa l'ex videoblogger di Beppe Grillo, Salvo Mandarà, a tirarci nell'affascinante mischia del mistero: "Il popolino preferisce sentire una biga con capro espiatorio pazzo che una verità con Stati ed eserciti coinvolti".

di Giovanni Ruggiero
@Juan_r

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • longaclimb

    01 Aprile 2015 - 14:02

    ma questi complottisti sono proprio dei fessi ! ROTFL

    Report

    Rispondi

  • claudionebridio

    29 Marzo 2015 - 21:09

    La tendenziosità di questo articolo va a favore di chi vuole far passare le scie chimiche (evidenti e incontestabili) per scie di condensa e chiama "complottista" chi vuole far rilevare l'inganno (anche mediatico ) contro i cittadini indifesi. Basterebbe poco per capire questo, al di là delle fantasiose e risibili ipotesi sul disastro aereo in Franci.a

    Report

    Rispondi

    • longaclimb

      01 Aprile 2015 - 14:02

      ma smettila di sparare idiozie

      Report

      Rispondi

      • fabiou

        08 Aprile 2015 - 23:11

        ma smettila tu . usa il cervello

        Report

        Rispondi

  • claudionebridio

    29 Marzo 2015 - 21:09

    Le scie chimiche non sono scie di condensa. Non occorre essere ingegneri aeronautici per capirlo. . Sono stato anche due volte testimone di scie interrompentesi improvvisamente per cattiva chiusura degli ugelli di scarico, con formazione di una specie di virgola sospesa all'estremità della scia (parola di "complottista"). Occorre finirla di prendere per fondelli i cittadini ignari.

    Report

    Rispondi

    • fabiou

      08 Aprile 2015 - 23:11

      verissimo. spesso sono interrotte. altre volte nello stesso istante con le stesse condizioni meteo io ho visto un aereo con le scie e uno senza

      Report

      Rispondi

  • marioangelopace

    29 Marzo 2015 - 19:07

    ombra di Galilei

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog