Cerca

La sentenza di assoluzione

Raffaele Sollecito, ecco quanto chiederà

Raffaele Sollecito chiederà 516mila euro come risarcimento per “ingiusta detenzione”. Il ragazzo pugliese e i suoi legali, dopo la sentenza di assoluzione della Corte di Cassazione che lo ha assolto per l’omicidio di Meredith Kercher, sono pronti a chiedere i danni alla giustizia italiana per averlo lasciato in carcere da innocente per quattro anni. Si aspetta la lettura delle motivazioni della sentenza: Sollecito ha due anni di tempo dalla pubblicazione della sentenza definitiva. Da qui partono le ragioni per ottenerlo ma è difficile e non scontato. Intanto i conteggi sono stati già fatti: "La cifra massima prevista- dice l' avvocato Maori a Il Giorno - è di 516mila euro. Somma che scaturisce moltiplicando i 500 euro al giorno previsti dalla legge per gli anni trascorsi ingiustamente in carcere da Raffaele. Se le motivazioni ce lo consentiranno, dimostreremo tutte le sofferenze subite da Sollecito". Non solo. "Potremmo rivolgerci anche alla Corte di giustizia europea per i danni patrimoniali subiti dalla famiglia Sollecito, che in questi otto anni ha dovuto sostenere molte spese economiche sia per la difesa anche tecnica di Raffaele, sia per raggiungere fisicamente ogni settimana il ragazzo che era rinchiuso nel carcere di Terni. Ogni venerdì il papà di Raffaele, terminato il lavoro, si spostava da Bari in Umbria per fare visita al figlio, che non è mai stato lasciato solo un momento".

La conferenza -  Raffaele Sollecito, in una conferenza stampa organizzata con Giulia Bongiorno e  Luca Maori - ha detto che non "accetterò mai più che qualcuno mi chiami 'assassino". Sette anni e cinque mesi è un tempo lungo, ora ho bisogno di tempo per guarire. Sono stato additato come assassino, senza uno straccio di prova. Auguro ad Amanda ogni bene, forse un giorno scriverò un  libro o forse no. Auguro ad Amanda ogni bene"

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plaunad

    31 Marzo 2015 - 11:11

    Vorrei ricordare a tutti gli intelligentoni favorevoli a risarcire quel bamboccione che quelli sarebbero soldi nostri e pure loro. Se poi si sentono cosí generosi che caccino loro i quattrini.

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    31 Marzo 2015 - 08:08

    P.S. Con i miei precedenti commenti non voglio minimamente insinuare che i due ex fidanzatini abbiano fatto fuori la loro amica. Tutt'altro! So bene che Meredith si è suicidata! È chiaro!

    Report

    Rispondi

  • aio_puer

    31 Marzo 2015 - 08:08

    Bella prova della polizia (o carabinieri o chi sia stato). Un capolavoro d'indagine. Oggi il Sollecito sollecita denari, dopo essere stato scagionato. Ci manca solo che anche l'americanina muova i suoi avvocati per essere risarcita (o l'ha già fatto?) Ora scriveranno un libro, faranno un film, fonderanno un partito e chissà che altro. Il delitto paga, nel Bel Paese.

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    31 Marzo 2015 - 01:01

    comunque ormai a forza di vedere e giocare a fare i CSI Miami and C., questi non capiscono più un caxxo....sono dei totali incapaci....iniziano le indagini e si arrabbattano e si fanno su come i gatti con la matassa di lana...abbiamo mandato a fare Giustizia dei somari,incompetenti e boriosi incapaci...da prendere a pedate nel culo ...gente che vorrei vedere come hanno fatto i concorsi..

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog