Cerca

Dramma nel dramma

Malasanità, la mamma della neonata morta a Catania denuncia: "Mi hanno lasciato una garza nella pancia"

Malasanità,  la mamma della neonata morta a Catania denuncia: "Mi hanno lasciato una garza nella pancia"

Tania Laura Egitto, la madre di Nicole, la neonata morta mentre era su un’ambulanza in un viaggio verso Ragusa per la mancanza di posti letto nelle Unità di terapie intensive neonatali (Utin) ospedaliere etnee e di Siracusa, ha presentato un esposto alla Procura di Catania per lesioni personali. La donna, assistita dagli avvocati Michele Ragonese e Maria Chiaramonte, ha denunciato che i medici dopo la nascita di Nicole, avvenuta in modo naturale, hanno dimenticato di estrarle una garza, usata per delle medicazioni post partum.

Il malore - Tania Laura Egitto, ricostruiscono i suoi legali, era stata ricoverata in ospedale per un malore dopo essere stata dimessa dalla clinica. Le era stata diagnostica un’infezione e lei aveva firmato le dimissioni volontarie per potere partecipare ai funerali della piccola a Mascalucia. Dopo circa dieci giorni Tania Laura Egitto è stata nuovamente colta da malore ed è stata ancora una volta ricoverata in ospedale, dove esami medici hanno evidenziato la presenza di un corpo estraneo, la garza, che è stato estratto. L’episodio è stato ricostruito successivamente dalla mamma di Nicole ai magistrati che indagano sulla morte della piccola e alla conclusione della deposizione è stata depositata una denuncia querela che ipotizza il reato di lesioni personali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog