Cerca

Scherzi

Pesce d'aprile: il ritorno al Dos di Microsoft, il tweet di Varoufakis, il canone Rai abolito e Arrigo Sacchi...

Pesce d'aprile: il ritorno al Dos di Microsoft, il tweet di Varoufakis, il canone Rai abolito e Arrigo Sacchi...

Costruite così bene che a una prima lettura lasciano il dubbio: sarà vero? Dopodiché, il sorriso è d’obbligo. Sono tutte le notizie 'pescate' in Rete nel giorno dello scherzo per eccellenza: primo d’aprile. E non c’è da stupirsi se qualcuno abbocchi all’amo, tanto è architettato bene lo scherzo. O magari tanto forte è la speranza che si tratti di una notizia vera, come nel caso dei lettori di Leggo.it che si sono trovati di fronte ad un titolo che farebbe felice qualsiasi contribuente: "Abolito il canone Rai. Il governo: era la tassa più odiata dagli italiani". Purtroppo nelle ultime righe dell’articolo la delusione che è solo "un pesce d’aprile".

Google e Microsoft - Girando nel web c’è da divertirsi. E piuttosto che storcere il naso, sono gli occhi che se ne vanno per i 'fatti loro' di fronte all’immagine che tutti i navigatori hanno fissa in mente: Google. Big G, infatti, ha deciso di festeggiare il primo d’aprile con una versione singolare del motore di ricerca più famoso del mondo, basta collegarsi a com.Google e tutto si legge al contrario, compresi i risultati di ricerca. Ma dove il colosso di Mountain View ha superato se stesso è su Google Maps: la mappa stradale si trasforma, volendo, in una schermata di gioco con tante palline: è il ritorno di Pac-Man che fugge sulle strade rincorso dai fantasmi colorati. Che Google rispolveri videogiochi per il primo d’aprile non è una novità: l’anno scorso sulla mappa si giocava a Pokemon. Si diverte anche Microsoft, che per l’occasione rispolvera uno dei sistemi operativi più celebri della storia dell’informatica, l’Ms-Dos, disponibile per tutti gli smartphone, qualsiasi sia il sistema operativo.

Il ritorno di Sacchi - Girando tra le piazze virtuali si legge che noti atleti o personaggi del mondo sportivo sono stati protagonisti di una burla realizzata ad hoc per la giornata del pesce d’aprile, le cui origini, ricordiamolo, non sono ben precise (tra le ipotesi più accreditate è che la festa abbia origine in un periodo antecedente al 154 a.C., quando il primo di aprile segnava l’inizio dell’anno). Così si legge che Arrigo Sacchi, ex tecnico del Milan, avrebbe deciso, nel giorno del suo compleanno, di tornare in panchina in Serie D. "Riparto dalla provincia per salvare l’Olympia Agnonese", sarebbe stato in teoria l’annuncio dell’ex ct della Nazionale. E poi c’è lui: il fulmine delle piste, Usain Bolt. Stanco di correre, il velocista giamaicano avrebbe deciso di passare al mondo del calcio, più esattamente al Manchester United. Pesce d’aprile!

Il tweet di Varoufakis - "Basta, non ne possiamo più. Da domani la Grecia uscirà dall’euro e adotterà come valuta la Bitcoin. Soffriremo un po’ all’inizio, ma poi la nostra economia avrà solo da trarne giovamento", ha twittato nel primo pomeriggio Yanis Varoufakis, il ministro delle finanze di Atene. Una bufala anche questa svelata dallo stesso eclettico economista greco: "Buon primo aprile a tutti" ha chiosato divertito Varoufakis sul suo profilo.

Scherzi reali - Dalla Rete agli scherzi reali. Gli abitanti di Prato non devono averla presa molto bene all’inizio quando hanno visto il foglietto di una multa sotto il tergicristallo della propria macchina. Una sanzione pari a 89 euro. Ma a uno sguardo più attento nell’intestazione della multa si leggeva 'Comune di Plato' e uno stemma ristilizzato con pesci d’aprile. Qualche pratese meno attento ha abboccato e ha telefonato alla polizia municipale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog