Cerca

La novità

Notaio, per immobili fino a 100mila euro non serve più

Per le compravendite di immobile del valore massimo di 100mila euro non sarà necessario un notaio, ma basta un avvocato. In questo modo si risparmiano un bel po' di soldi. E' una delle novità contenute nel ddl concorrenza che prevede anche  la liberalizzazione dei servizi di notifica degli atti giudiziari, che non saranno più affidati in esclusiva alle Poste Italiane. Ma nel disegno di legge del ministro Guidi che, dopo la firma del presidente Sergio Mattarella, aspetta l'avvio del percorso alle Camere. C'è anche un'altra novità che riguarda i notai: viene eliminato infatti il divieto di pubblicità,  allarga il bacino di competenza (dal distretto di Corte d’appello a tutto il territorio regionale) ed elimina il reddito minimo di 50 mila euro.

Avvocati -  La più grande novità riguarda  il fatto che vendite e donazioni di immobili ad uso non abitativo di valore “non superiore a 100.000” euro potranno essere redatti anche dagli avvocati. L’avvocato avrà, come i notai, l’obbligo alla “registrazione”, “trascrizione”, “iscrizione”, “voltura catastale” e liquidazione delle imposte. Ma se da un lato i cittadini sono agevolati, dall'altro il disegno di legge aumenta gli atti per cui è richiesta è richiesta l’autentica notarile. La novità è che per alcuni tipi di documenti, la notifica può essere concessa anche da avvocati e commercialisti.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    09 Aprile 2015 - 18:06

    " .immobili ad uso non abitativo ... " Se non sono pirla, non li vogliamo! Quale sarebbe la differenza, per la compravendita o donazione, tra immobili ad uso abitativo e non? Nessuna ed allora perché non agevolare i cittadini? Perché non dare una mano ai genitori che vorrebbero assicurare un futuro (magari di tasse) ai propri figli con la donazione dell'abitazione di famiglia? FALSA RIFORMA.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    09 Aprile 2015 - 17:05

    Auguri! Vi voglio veder bellini, fra qualche anno, quando la proprietà sarà una cosa del tutto opinabile e le cause aumenteranno esponenzialmente! Quando venne abolita la firma del Notai osul passaggio di proprietà degli autoveicoli, erano tutti contenti... ma quanto si risparmia sulle spese? Ve lo dico io: i passaggi costano più di prima, ma la proprietà del mezzo è molto più aleatoria.

    Report

    Rispondi

  • etano

    09 Aprile 2015 - 12:12

    In Francia per esempio è dal 1990 che i notai sono incaricati di gestire solo operazioni relative a società etc. etc. Sempre dal 1990 esiste una personal card dove è tutto memorizzato per cui è sufficiente recarsi in un ufficio pubblico o privato o da un legale per la doverosa assistenza e procedere in 24 ore a qualsiasi atto di compravendita di cose mobili (auto, moto) e immobili.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    09 Aprile 2015 - 11:11

    Le vere mafie italiane!

    Report

    Rispondi

blog