Cerca

La sparata

Michele Santoro, l'ultimo delirio sulla strage di Milano: "Assomigliamo a Giardiello quando parcheggiamo in doppia fila"

Michele Santoro, l'ultimo delirio sulla strage di Milano: "Assomigliamo a Giardiello quando parcheggiamo in doppia fila"

Siamo tutti Claudio Giardiello. L'ultima sparata di Michele Santoro, in apertura alla puntata di Servizio Pubblico su LA7, tocca inevitabilmente la strage compiuta da Claudio Giardiello nel Tribunale di Milano, dove sono morte tre persone, tra le quali il suo ex avvocato e un giudice, e sono rimaste ferite due. Santoro prima se la prende con la tecnologia: "Viviamo in un mondo dominato dalle piazze virtuali cariche di odio, nelle quali l'ultimo coglione ci descrive un mondo invaso dai rom e dagli immigrati". E poi parte il delirio da record: "In quell'attentatore vedo un punto in comune con tutti - dice Santoro - almeno per quanto riguarda il rispetto della legge. Vediamo morire giovani per strada e tanti delitti rimangono impuniti, parcheggiamo in seconda fila, evadiamo le tasse, costruiamo abusivamente, disprezziamo gli immigrati. Che sono sempre pochi quando c'è da sfruttarli".

Anche Renzi - E se una strage e la violazione del codice della strada possono stare sullo stesso piano, nella filosofia santoriana, in mezzo ci può stare anche il premier Matteo Renzi. Che a questo punto è anche lui un attentatore "della legge" quando si affretta a confermare Giovani De Gennaro alla presidenza di Finmeccanica dopo la sentenza della Corte europea sulle violenze della Polizia italiana nella scuola Diaz durante il G8 di Genova. "La sentenza - ha aggiunto Santoro - ha detto che la polizia è stata omertosa nella ricerca della verità. Allora noi i mostri li riconosciamo da lontano, ma non quando vivono in mezzo a noi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bonavia

    13 Aprile 2015 - 08:08

    Ma bravo! In altre occasioni ha detto di non riguardare mai la sua piazza televisiva. Ci provi una volta tanto a riguardarsela perché il suo (e dei suoi collaboratori) è un odio bilioso irrefrenabile che contagia. Ecco perché le piazze sono cariche d'odio. Seminare zizzania provoca la buriana.

    Report

    Rispondi

  • carmelo.brullo

    10 Aprile 2015 - 14:02

    da che pulpito!.......santoro assomigli sempre più ad un cane che abbaia anche alla sua stessa ombra, rilassati una volta eri capace di rompere i....ora neanche più quelli chetati vai a casa è meglio.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    10 Aprile 2015 - 12:12

    io dico che quanto accaduto amilano dovrebbe far tremare lacosiddetta classe dirigente di questo disgraziatissimo paese(politici,magistrati,banchieri pseudointellettuali alti gradi delle ff aa e di sicurezza,grandi capitalisti ecc)perche´ho l´impressione che la disperazione che alimentano scientemente portera´sempre piu´gente che decidera´di sparare invece di suicidarsi,pensateci

    Report

    Rispondi

  • villiam

    10 Aprile 2015 - 11:11

    ha parlato uno che per anni ha aizzato le piazze stando al calduccio e al soldo delle tv!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog