Cerca

La beffa

Caserta, un anziano scopre un Bot del 1950: vale più di 1 milione di euro

Euro e yen

Euro e yen

Un anziano di 96 anni di Caserta, Giuseppe Ferri, ha ereditato un Bot di 500 mila lire datato 1950. L'uomo ha rischiato il malore quando però ha scoperto che quel pezzo di carta del fratellastro morto vale oggi più di un milione di euro. L'uomo ha scoperto per caso di possedere quel Bot. Alcune settimane fa, mentre riordinava alcune fotografie e vecchie carte, la figlia che lo ospita con suo marito ha trovato in un cassetto l'obbligazione fatta da 100 buoni da 5 mila lire l'uno che sono cresciuti del 5% all'anno. Secondo uno studio legale di Roma consultato dalla famiglia casertana il valore esatto di quel mucchio di carte è oggi di 1.024.000,00 euro. Ora però comincerà una battaglia legale contro la Banca d'Italia, contro la quale gli avvocati dell'anziano hanno già spedito una diffida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    20 Aprile 2015 - 13:01

    Tutto questo accade solo in Italia in quanto quel governante Monti ha pensato bene fare una legge "contro noi italiani " che blocca tutti i cambi da lire in euro rendendoli inutilizzabili . In altre nazioni europee come la Germania ancora vige il vecchio cambio e non c'è questo vincolo di ristrettezza di cambio. Solo i governanti italiani legiferano contro gli italiani.

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    20 Aprile 2015 - 10:10

    la banca d'Italia non ha fatto ultimamente un operazione simile ?

    Report

    Rispondi

blog