Cerca

Caso choc

"Solo sesso anale prima del matrimonio". Ma si prende l'epatite C e denuncia il compagno

"Solo sesso anale prima del matrimonio". Ma si prende l'epatite C e denuncia il compagno

Stranissima storia tra un medico romano e un'attrice americana di teatro. Si conoscono ed scoppia subito l'amore ma lei chiede solo rapporti anali per "preservarsi" per il futuro marito. "Per favore solo sesso anale, non voglio figli. Concederò il mio corpo completamente solo all'uomo che mi sposerà". Con questa premessa nel 2006 ha inizio la relazione tra il dottor Orazio (nome di fantasia), medico generico romano e Heidy (anche questo è un nome di fantasia), attrice americana di teatro, arrivata in Italia per un tirocinio.

Il caso - A 9 anni di distanza dal loro primo "rapporto", la Terza Sezione della Corte di Appello, dovrà giudicare se durante uno degli atti sessuali, nonostante la richiesta della donna di smettere subito0 a causa del dolore, il medico trasmise l'epatite C alla sua convivente. La storia è strana proprio per questo , la donna lo ha denunciato non per violenza sessuale, ma per l'infezione contratta durante un dei rapporti anali che le causarono un'ulcera anale e una perdita di sangue. Da qui quindi l'infezione.

L'incontro - Lo strano amore ha inizio nel 2006. I due si conoscono per caso; lei è ingessata per una frattura al piede e lui è un medico. Nasce una simpatia che culmina in un fidanzamento ufficiale e in una convivenza. Il matrimonio è prematuro e quindi su espressa richiesta della ragazza i loro rapporti sessuali si limitano solo ed esclusivamente alla sodomia. Lei specifica che questa scelta era stata fatta anche con il precedente fidanzato, perché voleva "conservarsi" solo per il futuro marito. L'amore degenera velocemente e si spegne nel maggio del 2006, quando lei presenta una denuncia dopo aver saputo di aver contratto l'epatite C. Ma cosa era successo veramente? La Procura riceve una dettagliata descrizione di quanto accaduto la notte del 18 marzo 2006: durante un rapporto definito "violento" la donna tenta di farlo smettere ma l’uomo non vuole sentire ragioni. Dal dolore alla perdita di sangue il passo è molto breve. Secondo l'accusa, nei giorni successivi, Heidy avrebbe accusato sintomi mai rilevati prima che non le consentivano di lavorare. Quindi i controlli sanitari presso la Asl di zona e la scoperta dell'infezione.

La condanna - In primo grado il dottor Orazio è stato condannato a tre anni e quattro mesi ma ancora non si sa la condanna definitiva. D'altronde dal racconto non fu violenza sessuale ma un rapporto sessuale "non ordinario" e consensuale la cui conseguenza presunta fu l'epatite C. E qui le perizie mediche giocheranno sicuramente un ruolo fondamentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luckybonin

    22 Aprile 2015 - 17:05

    prima notte di matrimonio: Interrogatorio, C

    Report

    Rispondi

  • Pinuccio5

    22 Aprile 2015 - 08:08

    Qui qualcuno l'ha preso in quel posto!

    Report

    Rispondi

  • japiro

    21 Aprile 2015 - 23:11

    Noi siamo le vergini dai candidi manti ...siam rotte di dietro ma sane davanti... questo è un ricordo della mia giovinezza!!!

    Report

    Rispondi

blog