Cerca

Un business da capogiro

Viagra, Epo, antidepressivi tarocchi: 5 milioni di italiani li comprano on line

Viagra, Epo, antidepressivi tarocchi: 5 milioni di italiani li comprano on line

Nonostante le campagne che invitano a stare lontani dai siti che commerciano medicinali e nonostante i pericoli siano ormai segnalati da anni da più parti sono oltre 5 milioni gli italiani che fanno uso di farmaci "tarocchi" acquistati on line. Viagra, Epo, anabolizzanti, anoressizzanti e antidepressivi che un medico non prescriverebbe mai, perché inutili o vietati, entrano nelle case degli italiani attraverso 40mila farmacie on line, ma di queste solo lo 0,6% (300) è in regola. Il percorso di queste sostanze le spiega Michele Bocci su Repubblica: si parte dalla richiesta registrata su un server cinese, passa da un magazzino dell' Europa dell'Est, varca le Alpi sul camion di un corriere e entra in un appartamento di Roma o Milano, di Napoli o Bari. Poi ricomincia daccapo, migliaia di volte, con un business stimato in 50 miliardi di euro l'anno.

Farmaci rubati - Il 50% delle medicine offerte in rete sono contraffatte, cioè con un tot di principio attivo, ma tagliate con sostanze tossiche, ma ci sono anche quelle rubate. L'Italia è stata al centro, tra il 2013 e il 2014, di una serie di furti giostrati da gruppi ben organizzati, che facevano sparire interi tir di medicine. In tutto i grossi colpi sono stati 157 e buona parte degli autori sono stati arrestati in questi mesi in varie città italiane. Se i medicinali rubati erano molto costosi, venivano immessi su mercati di altri Paesi usando distributori fittizi. Quando valevano meno, erano rivenduti anche su internet.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ortensia

    29 Aprile 2015 - 15:03

    Negli Usa dicono che chi assume il viagra per 10 anni rischia seriamente di ammalarsi di melanoma. Non ho sentito nulla di tutto cio'' in Italia ma sulle varie reti come fox news e cnn e' da settimane che sento annunciare questo e si tratta del viagra non taroccato.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    29 Aprile 2015 - 11:11

    Certo, però... però certe medicine danno guadagni stellari alle aziende. Se si fa il conto della semplice aspirina e si calcola il costo al chilo, vengono i brividi. E produrre il Viagra costa di più forse? Ma l'articolista cosa fuma?

    Report

    Rispondi

blog