Cerca

sentenze

Tutor in autostrada: multe non valide senza la foto

Tutor in autostrada: multe non valide senza la foto

Ad Alessandria un'azienda ha fatto ricorso per una multa subita da una sua auto di servizio sorpresa da un "tutor" mentre oltrepassava i limiti di velocità nel tratto Genova-Alessandria- Gravellona Toce della A26. Il tribunale ha stabilito che "Non c'è la prova" in quanto la multa risultava incompleta senza l'immagine di notifica e il fotogramma dell'auto. Il giudice di pace ha dato quindi ragione al legale che rappresentava l'azienda della vittima della multa accogliendo le richieste della difesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • etano

    30 Aprile 2015 - 09:09

    ATTENZIONE: un altro sistema per evitare sanzioni di qualsiasi genere è quello di contestare i verbali informando la Polizia di appartenere all'area dell'estrema sinistra cioè della feccia violenta. La contravvenzione sarà subito annullata perché nessun giudice si azzarderà a condannare il responsabile dell'infrazione.

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      23 Agosto 2015 - 17:05

      Quindi se ho ben capito se faccio come da te indicato me la tolgono la multa? quindi se compero una camicia o maglia rossa e la indosso quanto vado dalla Polizia sa che c'è a scanso di equivoci mi compero anche il cappello rosso cosi mi vedono bene, Ha Ha Ha grande etano.

      Report

      Rispondi

  • vigpi

    29 Aprile 2015 - 17:05

    Possibile che ogni volta che scrivo dando indicazioni corrette e riferimenti di legge ..non pubblicate mai???? Ma allora pianto lì di scrivere e andate a quel paese!!!!

    Report

    Rispondi

  • massimo1954

    29 Aprile 2015 - 15:03

    D'ora in poi,la Polstrada che vede la foto della auto immortalata dalle telecamere del Tutor:altrimenti se non ci fosse un fotogramma,come farebbero a comminare la sanzione,allegherà al verbale la foto e tutto sarà a prova di ricorso.Sono d'accordo che senza una prova,la sanzione è nulla ma non con chi protesta perché riceve una qualunque sanzione.Sono troppi i morti sulle strade ogni anno.

    Report

    Rispondi

  • vigpi

    29 Aprile 2015 - 15:03

    per la precisione questa è una delle sentenze: Corte di cassazione, sentenza 5023 del 28 febbraio 2013, ha sancito che per la violazione della riservatezza il Comune è responsabile dei danni arrecati all’automobilista fotografato mentre infrange i limiti di velocità con a bordo dell’autovettura una donna estranea al nucleo familiare ed il verbale è notificato al coniuge del trasgressore

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog