Cerca

Udienza l'8 luglio

De Santis rinviato a giudizio per la morte di Ciro Esposito

De Santis rinviato a giudizio per la morte di Ciro Esposito

Daniele de Santis, l’ultrà della Roma responsabile dell’omicidio di Ciro Esposito, ferito poco prima della finale di coppa Italia Fiorentina-Napoli il 3 maggio dello scorso anno, è stato rinviato a giudizio al termine dell’udienza preliminare che si è svolta ieri. L’inizio del processo per omicidio volontario è stato fissato per il prossimo 8 luglio.
De Santis si è presentato in aula su una lettiga a causa delle sue precarie condizioni di salute, ed è stato accompagnato da urla e cori di incoraggiamento di alcuni suoi amici, quei compagni della Curva Sud che lo conoscono come «Gastone».
Presente nell’aula al primo piano della palazzina A del Tribunale di Roma c’era anche Antonella Leardi, la madre di Ciro, morto dopo 53 giorni di agonia per la ferita d’arma da fuoco al polmone. «Il dolore che ho provato nel vedere De Santis in aula - ha detto - è simile a quello che si prova durante il parto, quando l’ostetrica ti prende il figlio appena nato. Mi hanno chiesto scusa? Mai. Ma non è a me che le devono presentare. A Dio un giorno lo devono spiegare quello che hanno fatto». Più duro il commento dell’avvocato Angelo Pisani, legale della famiglia Esposito: «Vergognoso atteggiamento di De Santis, entrato in barella in aula dopo che mesi fa si faceva fotografare in piedi su Facebook. I supporters che gli hanno fatto l’applauso sono stati subito fermati dalle forze dell’ordine che blindano l’aula».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog