Cerca

La beffa

Carpi, era stato falsificato il Gratta e vinci da due milioni di euro

Carpi, era stato falsificato il Gratta e vinci da due milioni di euro

Ci ha provato l'uomo di Carpi che sosteneva di aver vinto due milioni di euro al Gratta e vinci, ma non è riuscito a fregare la società Lotterie nazionali e incassare la vincita. Da Roma gli era stato detto chiaramente: il suo biglietto era falso. Lui però aveva dato mandato ai suoi legali per far valere le sue ragioni e trascinare anche la società in tribunale, se fosse stato necessario. Ma per la commissione che ha esaminato il caso si è trattato: "di una palese e grossolana operazione di collage sull'area di gioco originale". Al Quotidiano nazionale, la società romana ha anche inviato la foto del biglietto, mostrando come: "sulla sezione 'i tuoi numeri' è stata incollata e sostituita visibilmente un'area di gioco appartenente ad un altro gratta e vinci della serie Nuovo Mega Miliardario. Infatti - continua la nota della società - il numero identificativo riportato sul fronte del biglietto non corrisponde a quello riportato sul retro dello stesso gratta e vinci".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Delta7

    26 Giugno 2015 - 17:05

    Se le cose sì, bisognerebbe anche chiedergli i danni d'immagine perché, non leggendo tutto l'articolo, molti lettori, già prevenuti verso queste 'truffe legalizzate' delle lotterie, credono di trovare conferma che anche quando si vince non si è mai pagati.

    Report

    Rispondi

  • tatankayotanka

    04 Maggio 2015 - 11:11

    Quindi oltre che disonesto questo è pure coglione? Ha falsificato il biglietto lasciando però davanti e dietro due numeri di serie diversi? Ma certo che deve essere messo in cella, per parecchio tempo. E dei suoi legali, che si sono prestati a questa cosa, vogliamo parlarne? Almeno loro, che dovrebbero aver studiato e dovrebbero saper leggere, un'occhiatina al biglietto potevano darla.....

    Report

    Rispondi

  • alvit

    04 Maggio 2015 - 10:10

    coglioni si nasce, non si diventa. Certo che ci vuole un coraggio mostruoso, spero lo ingabbino .

    Report

    Rispondi

blog