Cerca

Il ritorno

Greta Ramelli scrive di Afghanistan: "Terra di dolore e disperazione, sono un po' il suo fascino"

Greta Ramelli scrive di Afghanistan: "Terra di dolore e disperazione, sono un po' il suo fascino"

Dalla Siria all'Afghanistan. La giovane varesina Greta Ramelli, la cooperante italiana rapita in Siria dagli estremisti islamici insieme all'amica Vanessa Marzullo e liberata dopo oltre sei mesi non senza polemiche sul presunto riscatto pagato, ha scritto la prefazione al libro La rivoluzione della verità, del giornalista varesino Silvestro Pascarella. Nelle poche righe, Greta parla con passione dell'Afghanistan, terra martoriata da decenni di guerre e in molte aree sotto il controllo di Al Qaeda: "Si tratta di un passo, basta solcare un confine - scrive la Ramelli -. Verso una nuova terra che del suo dolore un po' fa il suo fascino e un po' la sua disperazione e della sua forza fa il tuo traguardo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rufolo

    09 Ottobre 2015 - 15:03

    Questa cretinotta vuole andare in Afganistan? Na qui da noi sono tutti scemi. Consiglierei a qualche giudice di far pagare i soldi del riscatto a questa tonta poi vediamo se ha ancora voglia . Che italia di merda.....

    Report

    Rispondi

  • luigifassone

    05 Ottobre 2015 - 14:02

    La smettano una buona volta di fare le aiutanti aiutate,vadano in Costa Azzurra,le due cretinette stregare dal medio oriente...!

    Report

    Rispondi

  • giulioghiselli

    05 Ottobre 2015 - 13:01

    Sono solo due CRETINE.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    07 Maggio 2015 - 12:12

    imbecilli in malafede. coi soldi della gente e se ne fregano, si vergognino.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog