Cerca

Lo sfogo

Ambra Minervini, la figlia del giudice ucciso dalle Br: "Laura Boldrini mi ha imbavagliato, che delusione"

Laura Boldrini

Quando aveva 25 anni suo padre, il giudice Girolamo Minervini, venne ammazzato dalle Brigate Rosse, a Roma. Era il 18 marzo del 1980, e Ambra, la figlia, si ritrovò senza padre, ucciso su un autobus mentre si recava a lavoro. La figlia, oggi, fa parte dell'associazione "Vittime del dovere" e ha quasi 60 anni. E, soprattutto, ritiene che lo Stato italiano sia indegno della memoria del padre. La signora si è sfogata con una lettera a Laura Boldrini. Ambra Minervini ha spiegato che è "stanca di ascoltare discorsi di circostanza che offendono le vedove, figli, genitori e fratelli e la memoria dei nostri morti". Un riferimento al Giorno della Memoria, che Ambra ha deciso di disertare. Alla Boldrini ricorda poi che per ottenere la medaglia alla memoria per suo padre, la madre "ha dovuto scrivere 15 lettere di sollecito". La consegna? E' avvenuta dopo circa due anni, "in una anonima sala della prefettura".

"Boldrini mi imbavaglia" - In verità, rivela Il Tempo, Ambra di lettere alla presidente della Camera ne ha scritte due. Le risposte? Stanno a zero. E in un'intervista al quotidiano romano, ora, sfoga tutta la sua frustrazione: "Il Giorno della Memoria? E' tutta una facciata, buttano fumo in faccia alla gente, vogliono dimostrare che rispettano la memoria, ma non è vero assolutamente niente. Quest'anno sono arrivata davanti al Senato, dove si è svolta la cerimonia, e non sono nemmeno salita. In passato sono persino rimasta senza posto a sedere - spiega -. La verità è che nessuno bada a noi". Quindi Ambra Minervini parla delle lettere scritte alla Boldrini: "E' stata una grandissima delusione. L'anno scorso le ho inviato una lettera il 2 marzo. Il giorno dopo mi ha fatto convocare immediatamente, così da imbavagliarmi prima che arrivasse il Giorno della Memoria. Mi ha detto di non potere garantirmi risultati, e va bene, ma mi ha anche promesso che mi avrebbe tenuto al corrente di tutto. Le avevo chiesto di sollecitare gli uffici preposti affinché rispettassero la legge che prevede il collocamento obbligatorio per determinate categorie. Non ho più saputo nulla. Una delusione grandissima", conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • grazanel

    13 Maggio 2015 - 21:09

    Si è vero, tutto quello che dice Ambra, ma la colpa è di Quel Governo che Governava l'Italia di all'ora. Vorrei precisare che sono morti più Carabinieri che Magistrati o Poliziotti, pertanto se ci deve essere un giusto riconoscimento va prima a quelle persone che hanno sofferto di più. E nonostante questo siamo meno pagati della Polizia di Stato, io stesso posso testimoniare con una causa persa.

    Report

    Rispondi

  • michelcarlos59

    13 Maggio 2015 - 19:07

    ...e poi... ma quanto è brutta! è uno scorfano e fa vomitare solo a guardarla......bleahhh!

    Report

    Rispondi

  • michelcarlos59

    13 Maggio 2015 - 14:02

    Carissima Sig.ra Minervini, non se la prenda ma si ritenga onorata dall'indifferenza della boldrini. Si capisce chiaramente che quella ha rispetto solo per i comunisti ,per i black block , per i musulmani, per gli zingari e per tutti i ritardati che le danno ragione. Inoltre il suo toy boy la tiene troppo impegnata per dedicarsi alle cose serie.

    Report

    Rispondi

    • rexdanilo

      13 Maggio 2015 - 16:04

      La Boldrini dovrebbe andarsene a casa come prima di diventare parlamentare con ventola.

      Report

      Rispondi

  • robertopn

    13 Maggio 2015 - 10:10

    Noi abbiamo un fortuna e dobbiamo utilizzrla.... mi spiego... abbiamo tante "risorse" dell'est europa disposte a tutto come vediamo tutti i giorni... quindi basta scagliarle "contro" questa arrogante comunista (peggio di Hitler) vedrete che la scorta si fa da parte e il gioco è fatto....conosco queste "donnette" basta che la guardi in faccia uno contro uno e se la fanno sotto... vero PDuisti ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog