Cerca

Violenza sessuale

Udine, immigrato stupra un'invalida

Udine, immigrato stupra un'invalida

Un cittadino marocchino senza permesso di soggiorno è accusato di violenza sessuale nei confronti di una conoscente invalida al 100%. La ricostruzione della polizia colloca il fatto intorno alle 21 di ieri sera quando il giovane 26enne avrebbe ragiunto la casa della 34enne italiana per poi costringerla ad un rapporto sessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • esasperata49

    16 Maggio 2015 - 20:08

    di integrarsi queste persone non ne hanno assolutamente voglia, al loro paese come verrebbero punito per un reato simile? benissimo che gli venga inflitta la stessa pena, da scontarsi nelle galere del suo paese di origine. questo emerito gentiluomo oltre ad essere un delinquente ha risolto i suoi problemi verrà nutrito e magari istruito a nostre spese.....che schifo!!!!

    Report

    Rispondi

    • allianz

      22 Luglio 2015 - 23:11

      Nono,stia tranquillo che in carcere da nero lo fanno diventare grigio....Le leggi non scritte sono le più efficaci.Ed ogni 6 giorni cambio cella.

      Report

      Rispondi

  • robin-ud

    16 Maggio 2015 - 09:09

    Con le autorità che ci ritroviamo sarà curato in una stanza singola d'albergo 4 stelle : 3 pasti al dì, televisione, internet, cellulare ultima generazione , con tanti ringraziamenti. Lo porteranno fino all'uscita e, ringraziandolo per i suoi meriti, gli rinnoveranno l'invito a tornare a visitarci. Qui, in Friuli, battiamo tutti per l'ospitalità : Gente unica !

    Report

    Rispondi

  • allianz

    16 Maggio 2015 - 05:05

    Per la risorsa sinistroide quando verrà messa al fresco avrà modo di meditare seriamente su ciò che ha fatto.Per ricordarglieo ancora meglio gli faranno cambiare cella ogni settimana.La dentro le leggi sono ferree.Se tocchi donne e bambini sono cavoli amari.Molto amari.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    16 Maggio 2015 - 05:05

    Q

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog