Cerca

Riforma della scuola

Pisa, 25 studenti consegnano anonimo e in bianco il test Invalsi. Il preside li sospende tutti

Pisa, 25 studenti consegnano anonimo e in bianco il test Invalsi. Il preside li sospende tutti

Circa 25 studenti dell’istituto Santoni di Pisa sono stati sospesi dalla dirigenza scolastica per aver boicottato il test Invalsi. Come riporta la Rete degli studenti, l’insieme delle associazioni di studenti delle scuole superiori, la colpa dei ragazzi è quella di aver consegnato il compito in bianco, rendendolo anche anonimo: “Nei giorni antecedenti la mattina di martedì 12 i rappresentanti degli studenti avevano proposto ai ragazzi di consegnare il foglio in bianco in segno di protesta, e questi oltre ad aver fatto ciò hanno deciso legittimamente di cancellare anche il loro codice identificativo in modo da rendere anonima la prova. A questa contestazione non è mancata un’immediata dura risposta da parte della dirigenza scolastica, che ha provveduto a punire con la sospensione tutti gli studenti che hanno aderito a quest’iniziativa".

Le conseguenze – Il provvedimento influirà pesantemente sul giudizio finale dei ragazzi, a pochi giorni dall’esame di fine anno. E non mancherà nemmeno di sollevare un polverone sulla figura del preside-manager introdotta dalla riforma Buona scuola di Matteo Renzi e Stefania Giannini. È stato proprio il preside del Santoni, infatti, a giustificare la sospensione con il “danneggiamento a proprietà pubblica”, poiché gli studenti hanno cancellato il codice identificativo sui fogli. Le prime reazioni sono già arrivate dai rappresentanti di Rifondazione e di Toscana a sinistra: “Simili provvedimenti sono degni di uno stato antidemocratico, questa azione repressiva è un ulteriore tassello di quella che il Governo sta facendo passare nelle aule del Parlamento”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    04 Giugno 2015 - 20:08

    Preside? Un Kapò comandato a bacchetta dalla Giannini. E' questo che vuole Renzi con la buona scuola. Ma questa volta vedrà i sorci verdi e presto.........il sole a scacchi!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    21 Maggio 2015 - 15:03

    Forse questo Preside voleva dire che Renzi è colpevole di “danneggiamento a proprietà pubblica”. Ma visto che fare affermazioni troppo veritiere lo porterebbero a perdere il posto si scarica sugli studenti. Cara Squola ormai da anni sei marcia e con questa riforma possiamo affermare che nelle classifiche mondiali potremmo probabilmente essere ultimi nella classica dei paesi del terzo mondo.

    Report

    Rispondi

  • burago426

    21 Maggio 2015 - 15:03

    ci penserà un giudice a farli promuovere tutti. Non per niente hanno detto di non mettere l'indentificativo. Ne sanno più del diavolo, perché sono figli di avvocati e giudici.

    Report

    Rispondi

blog