Cerca

Il mistero su Domenico

Maurantonio, possibile svolta: lo studente morto in gita quando è precipitato non era ubriaco

Maurantonio, possibile svolta: lo studente morto in gita quando è precipitato non era ubriaco

Non aveva bevuto così tanto da essere ubriaco Domenico Maurantonio prima da volare giù dalla finestra del quinto piano dell'hotel Leonardo Da Vinci. Né aveva ingerito lassativo (almeno secondo i primi risultati della analisi). Il mistero della morte dello studente di Padova in gita a Milano si infittisce, anche per via della reticenza dei compagni di classe che sembrano aver concordato una versione da fornire agli inquirenti. Una versione che però non spiega un’ecchimosi al avambraccio destro emersa durante l'autopsia.

Appeso alla finestra - L'ipotesi più accreditata, per ora, è una bravata. Uno o forse più, ricostuisce il Corriere, avrebbero tenuto per un braccio Domenico mentre quest'ultimo si trovava sul davanzale della finestra per defecare. Al momento della caduta, non indossava gli slip e neppure i pantaloncini. Lo conferma un imbianchino siriano, Mohamed M., il primo a trovare il cadavere dello studente intorno alle 8 di domenica che e intervistato dalla trasmissione Quarto Grado ha detto: "Il ragazzo aveva la canottiera ed era senza mutande: era nudo e non era sporco. Vicino, c'erano mutande e pantaloncini… può essere che siano caduti o che fossero lì... Lui era sdraiato sul fianco".

Le feci - Tracce di feci sono state trovate nel corridoio, nei pressi dell'ascensore del quinto piano, vicino alla finestra. Ma non sul davanzale. Possibile che il ragazzo sia salito sul davanzale per defecare senza lasciare residui organici vicino alla finestra? Per gli investigatori è piuttosto improbabile, anche se non del tutto da escludere. Il sospetto è che il ragazzo non fosse da solo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Janses68

    28 Maggio 2015 - 08:08

    Chi ha avuto l'idea dello scherzo parli ... al massimo gli danno la condizionale per goliardia e per omicidio non voluto ... Ma quale ragazzo si ipotecherebbe la vita dicendo la verita' ?

    Report

    Rispondi

  • gio52

    25 Maggio 2015 - 09:09

    In pochi anni si e' passati da bacchettoni clericali a ideologhi delle brigate rosse continuando poi con il lassismo sinistroide arrivando , ora, all' omerta' stile mafia ! (Padovani gran dottori ! )

    Report

    Rispondi

  • primus

    24 Maggio 2015 - 19:07

    Roba da schifo, degni dei migliore clan mafioso

    Report

    Rispondi

  • rovera

    24 Maggio 2015 - 07:07

    Dovrebbero eliminare tutte le gite scolastiche sono un incubo per tutti gli insegnanti e forse anche per i genitori. Non servono a nulla, se non quello di scatenare l'incoscienza dei ragazzi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog