Cerca

Rigurgiti filo-austriaci

Bolzano, il presidente della Svp dice no al Tricolore esposto: è alleato di Renzi, il premier tace

Bolzano, il presidente della Svp dice no al Tricolore esposto: è alleato di Renzi, il premier tace

Il voto alle Comunali di Bolzano per Matteo Renzi vale più del Tricolore. Domenica prossima sui palazzi della Provincia alto-atesina non sventolerà la bandiera italiana, per decisione del presidente Arno Kompascher, leader del Sudtiroler Volkspartei. Che, come sottolinea il Giorno, è alleato del Pd sia a livello locale (il dem Christian Tommasini è vicepresidente della giunta provinciale guidata dal Svp, mentre il vicesindaco di Bolzano uscente è l'altro dem Luigi Spagnolli) sia a livello nazionale. Alle 15 Kompascher, che si gioca la riconferma, ha deciso di far osservare un minuto di silenzio al cimitero militare di San Giacomo "in omaggio a tutti i caduti", di lingua italiana e tedesca, in disaccordo con la richiesta del governo italiano di celebrare il centesimo anniversario dalla Prima guerra mondiale esponendo il Tricolore in tutti gli edifici pubblici. Secondo il leader del Svp la direttiva romana è "incomprensibile per i cittadini di lunga tedesca e ladina", ma molti riconoscono nella posizione di Kompascher e dei suoi compagni di partito un rigurgito filo-austroungarico e anti-italiano. In tutto questo il premier Renzi e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non hanno ancora ritenuto di intervenire pubblicamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    23 Maggio 2015 - 11:11

    Ma si, che cosa volete che sia la bandiera, rappresenta dignità, onore, appartenenza, storia, eroi e tanti altri valori ormai archiviati dai nostri bravi politicanti; i voti invece sono denaro, potere che cosa poteva scegliere il PD ed il suo capo ? Tanto poi con due chiacchiere riesce a convincere gli italici che votano il suo partito.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    23 Maggio 2015 - 10:10

    Ma ci vuole tanto a capire che quella provincia non ha niente di italiano e che i suoi abitanti sono italiani solo sulla carta??? Ma cosa vi aspettavate, che facessero i salti di gioia chiedendogli di festeggiare la loro sconfitta??? Stanno buoni giusto perché l'Italia li ha comprati coi soldi, ma c'è un limite a tutto: la loro dignità, almeno quella, non si può comprare.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    23 Maggio 2015 - 09:09

    Proporrei una richiesta di firme per un referedum di scissione della regione autonoma dall'Italia e l'annessione all'Austria(se li vogliono)così si elimina una regione a statuto speciale e anche questi mantenuti dall'Italia e dagli italiani!!

    Report

    Rispondi

  • flikdue

    23 Maggio 2015 - 08:08

    Tanto nessuno lo incriminerà di "Alto tradimento" ??????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog