Cerca

Il dramma di Domenico

Ragazzo morto in gita, lo sfogo della madre: "È stato spinto giù dalla finestra"

Ragazzo morto in gita, lo sfogo della madre: "È stato spinto giù dalla finestra"

Antonia Comin, la madre di Domenico Maurantonio, il ragazzo morto in gita a Milano precipitando dalla finestra dell'hotel in cui stava la sua classe, torna a parlare della morte del figlio. E mostra di avere pochi dubbi: "Visto il contesto della finestra da cui una persona, in qualunque condizione, non poteva cadere, l’unica ipotesi è che sia stato spinto giù". Lo sfogo della donna è stato raccolto da TgCom24, a cui spiega: "Domenico non era tipo da farsi coinvolgere in bravate con equilbrisimi su cornicioni o davanzali, men che meno al quinto piano. Sarebbe un altro comportamento anomalo che non è assolutamente in linea con il suo modo di essere - continua Antonia Comin -. Io vedo un gesto veramente crudele, con un fine ben preciso. Purtroppo è così. Si tratta di capire chi ha messo in atto questo gesto e perché". E ancora: "Non so cosa pensare: se è uno scherzo, è uno scherzo crudele, disumano, messo in atto con l’intenzione di colpire in modo estremamente grave. Se è stato uno scherzo, non è stato uno scherzo ma un’azione mascherata da scherzo. Probabilmente l’intento era quello di colpire in modo definitivo o quanto meno con delle conseguenze gravissime e irreversibili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papillon50

    29 Maggio 2015 - 14:02

    Tutti hanno capito e ancor più gli inquirenti che questo ragazzo è stato assassinato. Il difficile è accertare chi lo ha ucciso. Ecco perchè, secondo me, bisogna tacere e lasciare che gli inquirenti facciano le indagini e riescano a scoprire il colpevole. Spero solo che non vada a finire come nel caso della Gambirasio dove un PM, secondo me incompetente, non ne è venuta ancora a capo.

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    28 Maggio 2015 - 14:02

    A tutti e' capitato di fare casino in gita negli alberghi , ma i professori giravano sino a che non si erano assicurati che tutto fosse a posto e il casino finisse. Se c'e' una responsabilita' e' dei professori accompagnatori che non hanno vigilato abbastanza. I primi a darsi la colpa dovrebbero essere loro , e il preside della scuola stessa. Mi dispiace per loro ,ma sono pagati per questo.

    Report

    Rispondi

    • lady1

      29 Maggio 2015 - 17:05

      Pagati per questo? Faccio presente, che quegli imbecilli che si accollano la responsabilità di vigilare su addirittura 30 alunni h24, non ricevono alcun compenso e aggiungo che la classe del fatto di cronaca nera era composta da studenti maggiorenni, perciò ritenuti dalla legge in grado di avere consapevolezza delle proprie azioni.

      Report

      Rispondi

  • jerico

    28 Maggio 2015 - 09:09

    Coraggio studentelli dei miei c...,figli di p... voi ed i vostri genitori che vi proteggono:Sicuramente tra gli studenti c'è qualche figlio di pezzo grosso delle Istituzioni o qualche nababbo che non vuole compromettere il suo futuro(tanto, Maurantonio è morto,salviamo i vivi).Ma che futuro può avere un assassino?Il Padreterno non paga solo il sabato,''chi di spada ferisce... .

    Report

    Rispondi

  • saritaboni

    28 Maggio 2015 - 09:09

    Gli accompagnatori non c''erano? ma se c''erano dormivano?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog