Cerca

La strage di Roma

Il rom confessa di aver investito una donna ed è a casa e in tv

Su rete 4, a "Dalla vostra parte" con Paolo Del Debbio, è andata in onda una scena surreale, che getta sconforto sull'Italia e sul sistema della sua giustizia. A casa sua e davanti alle telecamere c'era il papà del rom, tuttora latitante, che è ricercato per la strage di ieri a Roma, dove 8 persone sono state investite e una è morta. A tirarle sotto, un'auto condotta da un rom di un vicino campo. L'uomo si è utoaccusato dell'omicidio dicendo che era lui al volante, ha dato leui stesso con ogni probabilità la macchina al figlio minorenne. Ed è risultato intestatario di 24 auto. Eppure era lì, a casa sua e in tv. Ora, è chiaro che la polizia non ha creduto che fosse lui alla guida dell'auto, ma lui c'era e sta siucuramente coprendo la fuga del figlio, che è ricercato per omicidio volontario. Uno così non dovrebbe, quantomeno, essere trattenuto in arresto o in stato di fermo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fepi65mi

    29 Maggio 2015 - 16:04

    Cosa 24 auto intestate?? ma che cavolo di paese è questo?? e io magari compilo un redditometro se ho una motoretta usata perchè è definito bene di lusso ? vergogna!!!! Inoltre se uno mente beh è falsa testimonianza o sbaglio??

    Report

    Rispondi

  • esbakeca

    29 Maggio 2015 - 09:09

    il mezzo buco di culo half-Ano andra`in giro in qualche televisione a dire che chi delinque va punito comunque...Si vede. altri merdosi filo antitaliani nel sangue, che vediamo sempre piu`spesso parlare a vanvera, sempre in tv, confermano: "chi commette un reato a prescindere che sia rom, migrante (ospite invasore) o altro, deve essere punito...nei tre gradi di giudizio...bla bla bla..." Si vede!!

    Report

    Rispondi

  • marco53

    29 Maggio 2015 - 02:02

    Ormai odio profondamente questo Paese e le sue istituzioni.

    Report

    Rispondi

  • Franco Pezzali

    28 Maggio 2015 - 23:11

    Io non me la prenderei con il Rom o i Rom, sappiamo tutti chi e cosa sono, io me la prendo con il Governo di deficienti che abbiamo, e molto di più con Ano-Alf, col ministro della Gistizia-Ingiustizia e quelli che per vent'anni a partire da un certo Di Pietro & Co hanno ricorso alla velocità della luce, con le manette tintinnanti in mano, Berlusconi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog