Cerca

Tragedia

Domenico Maurantonio, scatta il test del Dna: la svolta dell'indagine

6
Domenico Maurantonio, scatta il test del Dna:  la svolta dell'indagine

Il caso di Domenico Maurantonio ha nuovi risvolti. Dopo  la tragica caduta del ragazzo padovano durante la gita a Milano in occasione di Expo, la scarsa vigilanza dei professori e l'omertà dei compagni si scoprono nuovi retroscena. Dopo gli esami tossicologici che hanno rivelato un tasso alcolico basso e una presenza non certa di lassativo nel sangue, l'indizio principale era l'ematoma che il defunto aveva sul braccio destro che ora si è scoperto compatibile con la stretta di una mano di una delle persone presenti quella notte. Però questa rimane tuttora un'ipotesi e per confermarla dalla Procura è partito il test del Dna che dovrebbe essere disponibile nei primi giorni di settimana prossima. Quindi se il test genetico andrà a buon fine si avrà l'identikit dell'ultima persona che ha visto il ragazzo e che dovrà spiegare il motivo per cui gli ha stretto il braccio. Un'ipotesi che si sta facendo strada non è più quella dello scherzo goliardico finito male, ma della premeditazione: infatti si pensa che l'adolescente si sia sporto facendosi tenere da qualcuno, che però improvvisamente l'ha lasciato causandone la morte.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    01 Giugno 2015 - 15:03

    Grandissimi paraculi, fuori la verità !

    Report

    Rispondi

  • aifide

    29 Maggio 2015 - 17:05

    E la dirigente scolastica che ha detto che bisogna comprendere questi ragazzi................. Tra di loro c'è un assassino che conta sull'omertà di compagni e non solo.

    Report

    Rispondi

  • filadelfo

    29 Maggio 2015 - 17:05

    Adolescente a 19 anni?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media