Cerca

Il processo

Elena Ceste, il marito chiede il rito abbreviato

Elena Ceste

Ha chiesto il rito abbreviato Michele Buoninconti, il marito di Elena Ceste. I suoi legali Chiara Girola e Massimo Tortoroglio hanno presentato la domanda all'ufficio del giudice per le indagini preliminari di Asti. "La scelta del nostro assistito è stata dettata per evitare l'eccessiva esposizione mediatica nell'interesse preminente dei quattro figli. Buoninconti continua a dirsi innocente e certo che emergerà la realtà".

Con il rito abbreviato si evita il dibattimento e l'imputato ha diritto a uno sconto di un terzo della pena: quindi, in caso di ergastolo si scende a 30 anni di reclusione. Ma la richiesta ha fatto infuriare Morena Deidda, amica di Elena: "E' una richiesta assurda, Michele Buoninconti deve avere il massimo della pena. Non staremo solo a guardare. Manifesteremo il 22 giugno davanti al ministero della Giustizia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zhoe248

    30 Maggio 2015 - 16:04

    Giudici è inutile perdere tempo a cercare la verità, a fare il processo, c'è la signora ha già capito tutto, accertato tutto, emesso la sentenza e pure la condanna.

    Report

    Rispondi

blog